Eolie: in "mini ospedale" a Filicudi in cura tartarughe, delfini e anche una capretta :ilSicilia.it
Messina

IL FATTO

Eolie: in “mini ospedale” a Filicudi in cura tartarughe, delfini e anche una capretta

di
20 Settembre 2021

Nel «mini ospedale» di Filicudi, nelle Eolie, gestito dalla biologa romana Monica Blasi e dai volontari non si curano solo tartarughe e delfini, ma anche una capretta che ha una zampa lacerata, forse andrà amputata. Per ora si sta medicando e prende antibiotico.

L’associazione «WildLife Conservation» in questa caldissima estate ha curato 32 tartarughe marine Caretta caretta recuperate presso il Pronto soccorso di cui solo due morte dopo il recupero perché arrivate in condizione critiche.

«Già 19 di queste – dice la dottoressa Blasi – sono state curate da noi è rilasciate nel mare Eoliano, tre sono ancora sotto cure e in attesa di rilascio, mentre 8 dopo una prima fase di degenza sono state trasferite in altri centri di recupero di referenza per interventi operatori e riabilitazione.

Inoltre durante la stagione estiva ulteriori altre 10 tartarughe sono state trovate già morte galleggianti in mare o spiaggiate lungo le coste». «Le cause di recupero o morte – spiega – da attribuirsi al 50% all’ingestione di ami e lenza di palangaro pelagico, 30% intrappolamenti in attrezzi da pesca abbandonati e plastica che hanno provocato mutilazione arti e altre conseguenze, il rimanente occlusione intestinale da ingestione di plastica e collisioni con imbarcazioni (in aumento rispetto agli altri anni). Fondamentale per il recupero é stata la rete di segnalazioni «TartaNet Eolie» con diportisti, guardia costiera e pescatori grazie alla quale abbiamo potuto recuperare tartarughe in diverse parti dell’arcipelago. Infine abbiamo documentato e monitorato i 20 tentativi di deposizione di Caretta caretta lungo le coste di Stromboli, Salina e Lipari a testimonianza che anche le coste Eoliane devono essere protette e tutelate perché potenziali siti di deposizione di Caretta caretta».

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.