Erosione delle coste in Sicilia, baia Calavà spazzata via dalle onde | VIDEO :ilSicilia.it
Messina

NEL COMUNE DI GIOIOSA MAREA (ME)

Erosione delle coste in Sicilia, baia Calavà spazzata via dalle onde | VIDEO

di
29 Giugno 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Baia Calavà, un meraviglioso angolo di mare presente nel territorio di Gioiosa Marea (ME), rischia di essere spazzato via.

Lo dimostrano le immagini acquisite da IlSicilia.it sul posto. Parte della strada antistante la spiaggia è franata, lasciando dietro di se i segni delle mareggiate dello scorso dicembre.

Danni ingenti non solo al tratto viario, ma anche alle strutture ricettive. L’antico ristorante presente sul posto è stato chiuso, con i nastri apposti a delimitare la zona. Tuttavia vi sono ancora tratti della costa pericolanti.

Sulla riva sono state scaricate diverse tonnellate di ghiaia, anche per consentire l’accesso alla spiaggia. Difatti, gli ingressi al litorale erano stati spazzati via dalle onde.

Un problema che riguarda tutto il tratto della costa tirrenica, da Tusa fino al capoluogo peloritano. Una situazione grave, tanto da stimolare l’intervento del governo regionale attraverso il cosiddetto “Contratto di Costa“.

LE PAROLE DEL VICESINDACO GIOVANNI PRINCIOTTA

Abbiamo sentito il vice-sindaco di Gioiosa Marea Giovanni Princiotta, in merito alla situazione di baia Calavà.

Noi abbiamo aderito al Contratto di Costa. Sono stati fatti del avori di messa in sicurezza dell’arenile. Tra questi, abbiamo creato dei nuovi accessi alla spiaggia, per consentirne la regole fruizione da parte del pubblico. Relativamente all’erosione costiera, la commissione per il dissesto idrogeologico ha già finanziato i lavori che dovrebbe partire il prossimo 3 luglio“.

Su baia Calavà l’amministrazione ha richiesto ed ottenuto un nuovo finanziamento, esterno al contratto di Costa ma complementare ad esso, da 8,3 milioni di euro, per ripristinare lo stato dei luoghi“.

Tra questi vi sono dei lavori di ripascimento delle coste non solo su questo tratto marittimo, ma anche sulla baia di San Giorgio. Stiamo cercando di lavorare al meglio per mettere in sicurezza questo tratto di costa, che ha subito ingenti danni dalle mareggiate dello scorso dicembre“.

Devo dire che tutte le parti in causa stanno dando il meglio di se per risolvere la situazione. Un altro intervento del contratto di costa riguarderà il centro del paese, ovvero l’area che va da Capo Schino fino al Torrente Zappardino“.

GUARDA LE FOTO IN BASSO

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.