ESCLUSIVO. Corsa contro il tempo per il Ponte Corleone: pronto il bando :ilSicilia.it
Palermo

Venerdì 16 arriverà in Gazzetta Ufficiale

ESCLUSIVO. Corsa contro il tempo per il Ponte Corleone: pronto il bando

10 Marzo 2018

Dopo l’inchiesta de ilSicilia.it sul Ponte Corleone (ripresa poi da Striscia la Notizia) il Comune corre ai ripari per non perdere i fondi del Patto per Palermo, siglato nel dicembre 2016 dall’allora premier Matteo Renzi e dal sindaco Leoluca Orlando.

I fondi (322 milioni, di cui 4,6 milioni per il Sottopasso di via Perpignano e 5,3 milioni per il Raddoppio del Ponte Corleone) servono per l’appunto a sbloccare opere e appalti per complessivi 764 milioni (QUI IL PDF). In totale oggi le due opere “ex Cariboni” costerebbero rispettivamente 34 e 21 milioni di euro.

Patto x Palermo, termine 31.12.2019 Gazzetta Ufficiale
Patto per Palermo, termine 31.12.2019 Gazzetta Ufficiale [Frame da Striscia]
Come avevamo anticipato QUI, la delibera CIPE 25/16 stabilisce che i contratti debbano essere stipulati entro il 31 dicembre 2019 (“sottoscrizione al 31/12/2019 delle obbligazioni vincolanti”). Considerato che le gare durano non meno di 10 mesi, altri 4 mesi per la progettazione e l’Urega impiega una media di 14 mesi per affidare i lavori. Dunque, il termine di dicembre 2019 è già abbondantemente sforato… Il rischio della revoca dei fondi si fa quindi concreto.

Grazie quindi all’input della nostra inchiesta, si è mossa poi anche Stefania Petyx che pochi giorni fa ha realizzato un servizio sul posto. Eccolo qui in basso:

Chiamatela pressione mediatica, o semplicemente “quarto potere”, ma alla fine i risultati si iniziano a vedere: dal Polo Tecnico Infrastrutture di via Ausonia, infatti, arriva adesso un’importante novità: il bando di gara per il progetto del “Raddoppio del Ponte Corleone” è finalmente pronto. Sarà pubblicato lunedì 12 marzo e poi venerdì 16 dovrebbe arrivare in Gazzetta Ufficiale. 

La corsa contro il tempo per i progetti del Patto per Palermo e del PON Metro prosegue. A rischio incompiuta anche il famoso Sottopasso di via Perpignano. Entrambe, opere ex Cariboni, rimaste nel “limbo” per più di 10 anni.

Il rush di questi ultimi giorni riaccende le speranze e testimonia che da Palazzo delle Aquile non si vuole sprecare un’importante occasione per fluidificare una volta per tutte il traffico in viale Regione Siciliana, strada più congestionata d’Italia.

Ce la faranno stavolta?

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.