Esposto di Nuti alla Corte dei Conti: “I contratti con Amat e Rap sono nulli” :ilSicilia.it
Palermo

Comune di Palermo

Esposto di Nuti alla Corte dei Conti: “I contratti con Amat e Rap sono nulli”

di
27 Ottobre 2017

“Il Comune di Palermo dovrà rispondere dei contratti nulli siglati con le sue partecipate alla Corte dei conti. Il pericolo di un pesante danno erariale è dietro l’angolo”. Lo dice il deputato Riccardo Nuti, che ha presentato un esposto alla magistratura contabile, firmato anche dalle deputate Giulia Di Vita e Chiara Di Benedetto, sui contratti stipulati dall’amministrazione comunale con le partecipate Amat e Rap, dopo la risposta del governo alla sua interrogazione.

“Come ho spiegato nell’atto parlamentare – specifica Nuti – i contratti siglati, tra il 2010 e il 2016, dall’ente con le due partecipate che esercitano contemporaneamente servizi pubblici locali a rilevanza economica e servizi strumentali (l’Amat si occupa non solo di trasporto pubblico urbano, ma anche della segnaletica; la Rap oltreché dell’igiene ambientale anche del servizio strumentale di manutenzione stradale), sarebbero nulli perché contro quanto stabilito dalla legge del 2006 che non consentiva loro di esercitare contemporaneamente i due servizi“.

“Il governo nella sua risposta – continua – cerca di assolvere il comune, ripetendo pedissequamente le sue giustificazioni e soprattutto svicolando dalla nostra domanda secca, se cioè i contratti sono o no nulli. Ma fornisce però delle rivelazioni importanti: dal 12 dicembre 2016 al 27 gennaio, poco dopo una mia interrogazione in cui chiedevo un controllo serrato sui bilanci comunali, l’Amministrazione di Palermo è stata oggetto di un’ispezione della ragioneria generale dello Stato. Eppure, dopo nove mesi, non c’è ancora alcuna relazione a riguardo. Perché questo ritardo? Sarà forse dovuto al fatto che sono state trovate non poche cose in ordine, forse anche al di là dei contratti nulli che contestiamo? Vedremo”.

“Ma c’è di più: è lo stesso governo, infatti, dopo aver parlato di delicatezza delle situazioni analizzate, a sottolineare che dalle risultanze di tali verifiche potrebbe scaturire un ricorso alla Corte dei conti. E se non lo farà l’esecutivo, dato che continua e prendere tempo e dato che già nella sua risposta ha tentato maldestramente di giustificare l’ingiustificabile, adesso presenterò io, con le colleghe Di Vita e Di Benedetto, un esposto alla magistratura contabile. Se sono stati commessi degli illeciti, è giusto che chi ha sbagliato paghi. Orlando & co. sono avvisati”, conclude.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro