Ester Bonafede eletta sovrintendente dell'Orchestra Sinfonica Siciliana :ilSicilia.it

Un ritorno il suo al teatro politeama

Ester Bonafede eletta sovrintendente dell’Orchestra Sinfonica Siciliana

di
4 Giugno 2019

Alla guida dell’Orchestra sinfonica siciliana torna Ester Bonafede, già sovrintendente della Foss per sette anni. L’elezione è avvenuta ieri sera nel corso di una riunione straordinaria del Cda iniziata dopo le 20.

“Il compenso che l’architetto Bonafede percepirà – si legge in un comunicato – sarà di 70mila euro lordi annui, al di sotto del tetto previsto per i precedenti sovrintendenti che si sono succeduti in questi ultimi anni alla Foss. E’ tuttavia previsto un premio di produttività che sarà assegnato solo se saranno raggiunti alcuni risultati che avrà stabilito il CdA”.

politeamaPer l’architetto Bonafede, si diceva, si tratta di un ritorno alla Foss. Era stata lei a volere il trasferimento degli uffici da via La Farina allo storico teatro Politeama progettato da Giuseppe Damiani Almeyda, nei locali di quella che un tempo era la galleria d’arte moderna, prima dello spostamento di quest’ultima nel complesso monumentale di Sant’Anna. E il trasferimento nei locali del Politeama era stato proprio l’inizio di una grande opera di rilancio dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, attuato grazie al suo impegno.

All’elezione ha contribuito il voto del presidente Stefano Santoro e del consigliere Marco Intravaia, vicini al presidente dell’Ars e a quello della Regione, che hanno fatto fronte comune, mentre hanno votato contro quelli più vicini al centrosinistra, fra cui il rappresentante del Comune di Palermo. Pare, infatti, che nelle scorse ore fosse nato un asse Davide Faraone-Leoluca Orlando che avrebbe voluto sponsorizzare Gandolfo Librizzi, già numero uno del conservatorio, ma evidentemente questa operazione alla fine non c’è stata o non aveva i numeri per essere portata avanti. Nelle scorse ore, inoltre, era stato pubblicato un documento dei sindacati in cui non si faceva alcun veto sui nomi, ma si chiedeva solamente di rispettare il requisito della professionalità, cosa che la Bonafede – con i suoi sette anni di esperienza – ha maturato ampiamente.

Mesi fa, nel corso di un’intervista resa a ilSicilia.it, a proposito della crisi del processo di trasformazione degli enti lirico-sinfonici in fondazioni lirico-sinfoniche, che invece avrebbe dovuto portare nuova linfa, Ester Bonafede aveva sottolineato come “la ratio fosse di alleggerire il peso di finanziamenti pubblici, trasformando gli enti in fondazioni di diritto privato, ma questo si è rivelato fallimentare, perché pochi investono nella cultura, mentre i grandi teatri, a partire dal Politeama Garibaldi di Palermo, oggi potrebbero raccogliere una grande sfida e dialogare con il mondo dei giovani, con l’associazionismo, con l’impresa, insomma con tutta la società, annullando la distanza con la città e con la gente”.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin