Pizzo sul cemento nei cantieri, arrestati affiliati alla Cosca del Calatino | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Catania

Le estorsioni a Palagonia, nel mirino quattro imprenditori minacciati

Pizzo sul cemento nei cantieri, arrestati affiliati alla Cosca del Calatino

di
29 Novembre 2016

Arresti per estorsione a Palagonia, nel catanese. Ad eseguirli, su richiesta della Dda di Catania, i carabinieri del comando provinciale di Catania nei confronti presunti affiliati al ‘gruppo del calatino’, colpevoli di agevolazioni nei confronti della famiglia mafiosa catanese Santapaola – Ercolano.

L’operazione è tata denominata ‘New faces’. Gli arrestati sono Salvatore Alessandro Ferraro, di 46 anni, Luigi Scuderi, di 57, Mario Compagnino, di 47, Rocco Farruggio, di 46, Pierpaolo Di Gaetano, di 37, e Salvatore Musumeci, di 62. Sono tutti di Palagonia, tranne Scuderi, di Militello in Val di Catania. L’accusa è di estorsione nei confronti di quattro imprenditori nel settore edile e commerciale, con l’aggravante delle modalità mafiose. Le vittime hanno denunciato che sarebbero state costrette, con ripetute minacce e violenze anche fisiche, a donare somme mensili che vanno da 1.000 a 5.000 euro sotto forma di “pizzo“.

A Di Gaetano il provvedimento restrittivo è stato notificato in carcere. All’operazione hanno preso parte nuclei cinofili ed elicotteri. Secondo quanto accertato, il gruppo, capeggiato da Ferraro, aveva ricevuto l’incarico dalla famiglia di Cosa Nostra catanese Santapaola-Ercolano di gestire per un certo periodo di tempo il racket delle estorsioni sul versante calatino della provincia ed in particolare nell’area tra Palagonia e Militello in Val di Catania hanno accertato in alcuni casi che le vittime erano costrette in alcuni casi a versare di una percentuale del 2% su ogni carico di cemento. In almeno due circostanze le vittime sarebbero state aggredite fisicamente per costringerle ad aderire alla richieste estorsive. Ad una di esse sarebbe anche stata sottratta anche l’autovettura, poi data alle fiamme. Gli arrestati sono stati rinchiusi nelle carceri di Siracusa e Caltagirone in attesa dell’interrogatorio di garanzia che si terrà nei prossimi giorni.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Cosa porterei con me nel futuro? Di certo una penna,

In un epoca condizionata dall'uso della videoscrittura o dei messaggi sui social io mi tengo stretto la mia penna a sfera e per questo certo che quando i computer andranno in crac la penna continuerà a scrivere fin quando avrà inchiostro.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv