Etna: grande nube eruttiva, chiuso lo spazio aereo a Catania :ilSicilia.it
Catania

sospesi temporaneamente atterraggi e decolli

Etna: grande nube eruttiva, chiuso lo spazio aereo a Catania

di
1 Aprile 2021

Spazi aerei chiusi attorno all’Etna per l’emissione di una nube eruttiva alta oltre 9 km che emerge dal cratere di Sud-Est, che sta dando vita alla 17^ fase parossistica del vulcano del 2021 accompagnata da fontana di lava, colate e violenti boati.

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha emesso un Vona ‘red’ (Avviso per l’aviazione dell’osservatorio del vulcano ‘rosso’). L’aeroporto internazionale di Catania resta operativo, ma, spiega la Sac, la società di gestione lo scalo Vincenzo Bellini, “a causa dell’attività eruttiva dell’Etna lo spazio aereo è al momento inibito al traffico” e “nessun volo, quindi, potrà atterrare o decollare”.

Per informazioni sui voli dirottati o cancellati si prega di rivolgersi alle compagnie aeree o verificare la situazione in tempo reale sul sito dell’Aeroporto www.aeroporto.catania.it.

AGGIORNAMENTO ORE 12,30

Sono quattro al momento i voli dirottati dall’aeroporto di Catania Fontanarossa all’aeroporto internazionale di Palermo “Falcone Borsellino a causa dell’attività eruttiva dell’Etna. Si tratta di quattro voli Ryanair da Bergamo, Bologna, Milano Malpensa e Pisa.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin