Etna, la lava avanza ancora: si temono nuove esplosioni di magma. [La foto dallo spazio] | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Catania

L'allarme dei vulcanologi dell'Ingv

Etna, la lava avanza ancora: si temono nuove esplosioni di magma. [La foto dallo spazio]

di
16 Marzo 2017
Sull’Etna la lava continua ad avanzare e può ancora causare esplosioni freato-magmatiche come quella avvenuta stamane. E’ quanto rendono noto gli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Durante l’eruzione in corso da ieri mattina, oggi, poco prima delle 13, come si legge in una nota dell’Ingv, si è verificata un’esplosione in località Belvedere, bordo occidentale della Valle del Bove, a circa 2.700 metri di quota sul mare.

L’esplosione è avvenuta in corrispondenza del fronte della colata di lava che emerge da una bocca posta alla base del nuovo cratere di Sud-Est, a circa 3.200 metri di quota sul mare.

Attualmente la lava avanza con una temperatura superiore ai 1.000 gradi centigradi in una zona ricoperta di neve. La neve, al contatto con la lava, tende a sciogliersi, formando delle pozze d’acqua che possono venire ricoperte dalla lava in avanzamento. In quel caso, l’acqua sotto la colata lavica tende a vaporizzare e può causare esplosioni freato-magmatiche come quella avvenuta oggi. Nel fenomeno esplosivo è stato coinvolto anche un vulcanologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – Osservatorio Etneo, Boris Behncke, che ha riportato lievi escoriazioni. Il personale Ingv continua a monitorare l’evoluzione dei fenomeni.

 

Etna spazio satelliteIntanto, arriva anche la prima foto dell’eruzione vista dallo spazio. Una lingua di fuoco che infiamma l’Etna ammantato di neve ‘blu‘: ecco come appare la potente esplosione di questa mattina nella prima immagine catturata dallo spazio dal satellite Sentinel-2A dell’Agenzia spaziale europea (Esa). La lava incandescente fuoriuscita dal vulcano è visibile nella parte sinistra dell’immagine: illumina il manto nevoso che ricopre l’Etna, e che i tecnici dell’Esa hanno colorato di blu in modo da distinguerlo più facilmente dalle nuvole bianche sovrastanti.

Il satellite Sentinel-2A è stato lanciato nel giugno 2015 e porta a bordo uno speciale strumento che permette di monitorare le aree verdi del Pianeta.

 

LEGGI ANCHE

Esplosione sull’Etna, 10 persone investite da materiale lavico. Il racconto dei feriti

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco