Etna: l'Ingv mappa le zone di maggiore pericolosità sismica delle faglie del vulcano :ilSicilia.it
Catania

il fatto

Etna: l’Ingv mappa le zone di maggiore pericolosità sismica delle faglie del vulcano

di
31 Agosto 2020

Ricercatori specializzati nel rilevamento geo-strutturale e nella pianificazione territoriale di aree vulcano-tettoniche attive hanno elaborato una mappa statica ed interattiva (WebGis) delle “microzone omogenee” delle faglie etnee attivate dal sisma di magnitudo 4.9 del 26 dicembre del 2018 che ha interessato il fianco sud-orientale dell’Etna, causando ingenti danni alle zone urbane di nove comuni etnei.

E’ il frutto del lavoro di un team coordinato da Marco Neri, ricercatore dell’Ingv applicato alla Struttura Commissariale nominata dalla Presidenza del consiglio dei ministri, e composto anche da geologi del Genio Civile di Catania e dell’Agenzia Invitalia. Tutte le fasi dello studio, pubblicato e accessibile a tutti sul sito del Commissario, sono state condivise con il Dipartimento della Protezione Civile nazionale e della Regione Siciliana.

Nella mappa sono state individuate le faglie che si sono attivate in occasione del sisma e quelle di maggiore pericolosità sismica nel territorio, distinguendole in Zone di attenzione (Zafac), Zone di suscettibilità (Zsfac e Zone di rispetto (Zrfac).

“Questa esperienza è stata particolarmente importante – ha dichiarato Carlo Doglioni, presidente dell’Ingv – perché la ricerca scientifica è stata letteralmente ‘applicata’ al territorio, traducendo in una forma comprensibile alcune attività di studio estremamente complesse e condotte dall’Ingv, offrendole a tutta la popolazione con risvolti di grande utilità pubblica”.

“E’ un risultato importante ed imprescindibile per la Struttura Commissariale e per le popolazioni terremotate, poiché consente di procedere rapidamente ed in sicurezza alla ricostruzione del territorio interessato dal sisma“, ha sottolineato il Commissario Salvatore Scalia. “Le persone sono consapevoli della pericolosità geo-vulcanologica e sismica dell’Etna – ha affermato Marco Neri – ma il sisma del 26 dicembre 2018, diversamente da altri eventi del passato, ha prodotto anche una vistosa “fagliazione superficiale” del territorio che è stato possibile mappare con precisione, delle vere e proprie spaccature del terreno che si sono propagate anche nelle aree urbanizzate, danneggiandole gravemente”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Balzebù
di Balzebù

Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l’elezione

Il Movimento 5 stelle è ormai un’accozzaglia di correnti. Da un lato Luigi Di Maio, da un altro lato Alessandro Di Battista, da un altro ancora Roberto Fico ed ancora-ancora Paola Taverna. Poi ci sono le sottocorrenti che a loro volta si suddividono in gruppi e sottogruppi. In questo frastagliato mosaico è molto difficile capire dove collocare i pentastellati siciliani, sia quelli eletti al parlamento nazionale che quelli eletti all’Ars.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin