Europee, Figuccia (Udc): “Forza Italia? Senza i centristi al 5%” :ilSicilia.it

le dichiarazioni del deputato dell'Udc all'Ars

Europee, Figuccia (Udc): “Forza Italia? Senza i centristi al 5%”

29 Maggio 2019

Il gongolamento di Miccichè rispetto al risultato di domenica scorsa, fa solo sorridere. L’analisi dei numeri rivela palesemente come Forza Italia si sia ridotta ad un mero partitino lontano dai fasti del 61 a zero e che si sarebbe inchiodata a numeri da prefisso telefonico, se non fosse stato per il supporto del variegato mondo dei centristi – a dirlo è Vincenzo Figuccia, deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia che prosegue – sin da quando militavo in FI, ho sempre dialogato con il presidente Giovanni Toti. Oggi, rispetto alla possibilità di un nuovo soggetto politico, voglio augurarmi che l’Udc di Cesa prenda parte a questo progetto federativo per negare ogni tipo di inciuci a sinistra”.

Nei prossimi equilibri del governo regionale, pertanto – prosegue Figuccia –  non ci può essere spazio per chi camaleonticamente ha sostenuto prima Crocetta e poi Micari alle passate tornate elettorali. Se questo criterio è valso per Giovanni La Via, non capisco perché non debba valere anche per altri personaggi che con ogni probabilità, hanno sostenuto la linea di Gianfranco Miccichè in queste europee”.

Certo, gli impegni dello stesso Miccichè in questa campagna elettorale, pur di fare arrivare primo il suo candidato, saranno stati molteplici ma sarà altrettanto difficile mantenerli e chiudere il cerchio. Alla fine – conclude il parlamentare regionale – una cosa potrà fare: ritirarsi alla sua veneranda età nell’eremo di Sant’Ambrogio”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.