Europee, i risultati del sondaggio: i lettori de ilSicilia.it premiano Lega, 5 Stelle e liste sovraniste :ilSicilia.it

Ecco come avete votato

Europee, i risultati del sondaggio: i lettori de ilSicilia.it premiano Lega, 5 Stelle e liste sovraniste

di
25 Febbraio 2019

La Lega si conferma in crescita nel sondaggio che ilSicilia.it ha realizzato, chiedendo a voi lettrici e lettori “Che partito o lista voterete alle prossime elezioni europee”.

Il partito di Matteo Salvini prosegue nel trend positivo e tiene anche il Movimento 5 stelle. Ottimo il risultato di Fratelli d’Italia. Sopra le attese Casapound, mentre appaiono particolarmente scarsi i risultati del Partito Democratico e di Forza Italia, che crolla nel gradimento dei lettori a percentuali irrisorie. Le formazioni a sinistra scontano un periodo di crisi e non brilla nemmeno + Europa. In sostanza, il trend è la polarizzazione del consenso sempre più verso le due attuali forze di governo e la crescita anche delle altre liste che si muovono nella cosiddetta area sovranista.

Ha scelto la Lega il 39,68 per cento dei votanti, pari a 7911 lettori. Il Movimento 5 Stelle è stato scelto dal 26,15 per cento di chi ha votato il sondaggio, pari a 5214 lettori. Netto il divario con la terza forza politica, il Partito democratico, che ha ottenuto appena 1520 voti, pari al 7,62 per cento. Scarso e decisamente in calo il risultato di Forza Italia, che con 790 voti si ferma al 3,96 per cento. Come si diceva, le forze euroscettiche e sovraniste vanno con il vento in poppa: Fratelli d’Italia è stato votato da 1390 lettori (pari al 6,97 per cento) e Casapound si attesta sul 7,52 per cento, ottenendo ben 1500 voti.

“+ Europa” è al 3,52 (752 voti). A Strasburgo aderisce al gruppo Alde. Per quanto riguarda il centrosinistra, Potere al popolo ottiene l’1,22 per cento con 244 voti, mentre le altre liste di sinistra non superano lo 0,86 per cento, con appena 171 voti. Infine, i Verdi ottengono lo 0,80 pari a 160 voti. Bassa (1,70 per cento) la percentuale di quanti hanno scelto le caselle “nessuno di questi” e “non andrò a votare”.

Si poteva votare dalle ore 11 di mercoledì 20 febbraio fino alle ore 23,59 di domenica 24 febbraio 2019. A votare siete stati quasi 20 mila e questo per noi è un bel risultato, per l’attenzione che, collegandovi sul sondaggio e votandolo, avete mostrato al quesito che il nostro giornale ha posto, ricordando che non si è trattato di un sondaggio scientifico, non essendo noi un istituto di rilevazioni demoscopiche, ma di un modo per registrare comunque un orientamento. Anche il campione di chi ha votato non è “selezionato”, ma tutti indistintamente avete potuto votare, collegandovi su ilSicilia.it ed esprimendo la vostra preferenza. Inoltre, il nostro sistema ha automaticamente annullato i doppi voti, che non sono stati conteggiati e sono finiti in una “cache” apposita.

RISULTATI

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.