Eventi al Teatro Antico di Taormina: promosso il dispositivo di sicurezza :ilSicilia.it
Messina

misure efficaci per oltre 50 serate

Eventi al Teatro Antico di Taormina: promosso il dispositivo di sicurezza

di
9 Settembre 2019

Volge al termine l’estate degli spettacoli al Teatro Antico di Taormina e la stagione si conclude con un bilancio positivo anche per il dispositivo di sicurezza e anti-terrorismo predisposto ed attuato dal Commissariato della Polizia di Stato di Taormina, d’intesa con il Questore di Messina, dott. Vito Calvino. Nei mesi di giugno luglio e agosto ed in questa prima decade di settembre è stata garantita la sicurezza in occasione di 53 serate e così sarà anche per gli ultimi 3 eventi che mancano per concludere il programma degli spettacoli al Teatro.

Il piano di sicurezza posto in essere con un ingente numero di agenti delle Forze dell’Ordine è stato guidato dal vicequestore Fabio Ettaro e collaborato dai Carabinieri e Guardia di Finanza, Polizia locale, la Protezione Civile e tutti i volontari, e Polizia metropolitana.

Le attività per la sicurezza hanno contemplato sia l’attuazione di un dispositivo standard di base sia misure ancora più stringenti in occasione dei grandi eventi che hanno fatto registrare il sold-out con 5 mila presenze al Teatro Antico.

Il tutto ha compreso un apposito piano di viabilità mirato a trasformare il corso Umberto (oltre che ovviamente la via Teatro Greco) in una isola pedonale nelle serate degli spettacoli, nell’ambito di un programma concordato anche con il Comune di Taormina mediante l’emissione di apposite ordinanze sindacali. Il tutto in un contesto non semplice da gestire che, per altro, vede la via Teatro Greco come unica via disponibile per l’accesso della folla al Teatro Antico e per il successivo deflusso dal sito.

Vicequestore Fabio Ettaro

Le arterie adiacenti al Teatro sono state perciò tenute sgombre da veicoli. I filtraggi all’ingresso del Teatro hanno compreso l’utilizzo di metal detector ed alcune restrizioni con divieto di portare all’interno oggetti in grado di arrecare danno alla pubblica incolumità.

In tal senso sono state emesse delle ordinanze dal sindaco per bloccare la vendita di alcolici e superalcolici, e sono stati impediti gli accessi con oggetti in vetro, lattine, ma anche con dei caschi, etc..

I controlli si sono soffermati su zaini e borse e in alcune serate sono rimasti fuori dal Teatro parecchi contenitori del ghiaccio, oltre alle solite bottiglie di vetro e alcolici che qualcuno tentava di introdurre al Teatro.

In occasione dei grandi concerti una particolare attenzione è stata riservata ai superalcolici, non soltanto monitorando la situazione all’esterno del Teatro ma anche limitandone la vendita all’interno. Il dispositivo ha funzionato, insomma, molto bene, ed è stata garantita non soltanto la sicurezza del pubblico ma anche la serenità della gente che ha raggiunto la città per trascorrere qualche ora di relax.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin