Ex LSU, arriva il contratto per 85 precari delle camere di commercio :ilSicilia.it

SODDISFAZIONE DI GIUSEPPE PACE

Ex LSU, arriva il contratto per 85 precari delle camere di commercio

10 Ottobre 2019

Traguardo raggiunto per gli ex LSU delle camere di commercio di Agrigento, Caltanissetta, Trapani ed Enna: arriva il contratto a tempo indeterminato.

Oggi è un giorno storico, perché dopo una lunghissima attesa durata oltre 20 anni, finalmente possiamo porre fine al precariato dei lavoratori ex LSU in servizio negli enti camerali siciliani di Agrigento, Caltanissetta, Trapani ed Enna, assicurando loro la sottoscrizione di un contratto a tempo indeterminato, riconoscendo, in tal modo, il loro diritto a godere della stabilità lavorativa e la tutela della loro dignità umana e professionale”.

Sono le parole con cui il presidente di Unioncamere Sicilia e della Camera di Commercio di Trapani, Giuseppe Pace, ha commentato la positiva risoluzione della vicenda lavorativa degli ex LSU degli enti camerali siciliani, resa possibile grazie all’approvazione di una norma da parte dell’Assemblea regionale siciliana.

Si arriva oggi, dunque, a dire addio allo stato di incertezza per circa 85 precari del sistema camerale siciliano di Agrigento, Caltanissetta, Trapani ed Enna che, finalmente, godranno del contratto a tempo indeterminato.

Un obiettivo da sempre condiviso dall’ente, che non ha fatto mai mancare la propria vicinanza ai lavoratori. Unioncamere Sicilia, infatti, è sempre stata sensibile sulla questione della stabilizzazione contrattuale, sostenendo – in armonia con le finalità e gli interessi istituzionali – le relazioni sul tema con la Regione Sicilia e incoraggiando le operazioni in favore di una soluzione definitiva per sopperire al problema del precariato.

Da sempre – ha aggiunto Giuseppe Pace – il nostro ente ha auspicato la positiva risoluzione di questa annosa vicenda, assicurando la propria vicinanza ai lavoratori. Il risultato positivo raggiunto è il frutto di un costante lavoro di raccordo – coadiuvato professionalmente e imprescindibilmente dal Commissario della Camera di Commercio di Caltanissetta Dott.ssa  Giovanna Candura – tra le diverse Camere di Commercio di Agrigento, Caltanissetta, Trapani ed Enna e il Governo regionale. Da oggi i lavoratori ex LSU possono essere considerati a pieno titolo risorse professionali a disposizione degli enti camerali siciliani di appartenenza su cui fare leva per migliorare ulteriormente la qualità dei servizi erogati a favore delle imprese”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.