Ex pip alla Resais, norma bocciata dalla Corte Costituzionale :ilSicilia.it

LA DECISIONE DELLA CONSULTA

Ex Pip alla Resais, norma bocciata dalla Corte Costituzionale

di
12 Agosto 2020

Non è possibile il transito in Resais dei precari ex Pip della Pubblica Amministrazione.

Lo ha stabilito la Corte Costituzionale che ha inoltre bocciato gli articoli della finanziaria della Regione Siciliana del 2018 che stabilivano il percorso di stabilizzazione di questi precari.

PIOGGIA DI BOCCIATURE

La Corte costituzione ha, infatti, dichiarato oggi l’illegittimità costituzionale dell’art. 64, comma 1, della legge della Regione Siciliana 8 maggio 2018, n. 8 contenente “Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2018. Legge di stabilità regionale”, nella parte in cui prevede il transito dei soggetti ivi indicati con contratto a tempo indeterminato, anche parziale, presso la Resais spa.

La Consulta ha anche dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 23 della legge della Regione Siciliana 22 febbraio 2019, n. 1, Disposizioni programmatiche correttive per l’anno 2019. Legge di stabilità regionale, nella parte in cui si prevede infatti il transito di soggetti titolari di contratto di lavoro a tempo determinato presso la Resais spa con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

E ancora è stata dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 75, commi 2 e 3, della legge reg. Siciliana n. 8 del 2018, nella parte in cui non prevede il rispetto dei limiti di spesa di cui all’art. 9, comma 28, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 contenente Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica, convertito, con modificazioni, nella legge 30 luglio 2010, n. 122

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.