"Ex poliziotto mise l'esplosivo sotto l'autostrada", l'ultima rivelazione sulla Strage di Capaci :ilSicilia.it
Palermo

Parola del pentito Pietro Riggio

“Ex poliziotto mise l’esplosivo sotto l’autostrada”, l’ultima rivelazione sulla Strage di Capaci

di
23 Ottobre 2019

Nuove rivelazioni sulla strage di Capaci in cui morì il giudice Giovanni Falcone. A rivelarle è Pietro Riggio, 54 anni, pentito dal 2009, che ha parlato anche dell’ex leader di Confindustria Sicilia Antonello Montante, condannato a 14 anni in primo grado.

Secondo il verbale dell’interrogatorio dell’ex agente delle Polizia Penitenziaria e reggente della famiglia mafiosa nissena (oggi collaboratore di giustizia) «un ex poliziotto che chiamavano il “turco” mise l’esplosivo sotto l’autostrada». E – come scrive oggi Repubblica – aggiunge: «Mi ha confidato di aver partecipato alla fase esecutiva delle strage Falcone – ha messo a verbale Riggio davanti ai pm di Caltanissetta – si sarebbe occupato del riempimento del canale di scolo dell’autostrada con l’esplosivo, operazione eseguita tramite l’utilizzo di skateboard».

Alle perplessità dei magistrati sul perché non avesse mai parlato prima di questo ex poliziotto, Riggio ha risposto il 7 giugno 2018 che «fino ad oggi ho avuto paura di mettere a verbale certi argomenti, temevo ritorsioni per me e per la mia famiglia. Ma, adesso, i tempi sono maturi perché si possano trattare certi argomenti».

Da qui la descrizione dell’ex poliziotto, con tanto di nome, nei documenti che al momento sono secretati. I verbali con queste inedite rivelazioni invece sono stati depostati alcuni mesi fa al processo bis per la strage di Capaci.

strage di capaciMa chi era questo ex poliziotto definito il turco”? Riggio sostiene di averlo conosciuto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Poi nel 2000, dopo la scarcerazione: l’ex poliziotto avrebbe recluta il mafioso per fare parte di una non ben identificata struttura dei Servizi che si occupa della ricerca di latitanti: «Avrei dovuto dare loro una mano per la cattura di Provenzano, indicando le persone che erano in contatto con lui, insomma diventando una sorta di infiltrato».

A Caltanissetta l’attenzione è altissima. E le nuove dichiarazioni hanno convinto la procura nazionale antimafia a convocare un vertice. L’ipotesi del cosiddetto doppio cantiere per la strage del 23 maggio 1992, era già emersa in passato: dalla presenza di guanti, una torcia e il dna di soggetti estranei a Cosa nostra, fino alle telefonate fantasma in America. Per non parlare del’ipotesi del secondo telecomando: secondo recentissime rivelazioni del pentito Maurizio Avola, un “forestiero” avrebbe aiutato i mafiosi: l’artificiere di John Gotti, il capo della famiglia mafiosa Gambino di New York.

 

LEGGI ANCHE:

I buchi neri della Strage di Capaci: ecco tutti i misteri irrisolti

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Una via per Franca Florio

La vita di Franca Florio, fatta di discese ardite e dure risalite è una grande storia, la fortuna, la sfortuna, la ricchezza, la povertà, la felicità, il dolore, si mischiano in quello che è un romanzo più romanzo di ogni pagina immaginata.

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.