Ex Province, De Luca è una furia: "Il Governo nazionale ci prende per il culo?" :ilSicilia.it
Messina

il sindaco blocca l'esercizio provvisorio

Ex Province, De Luca è una furia: “Il Governo nazionale ci prende per il culo?”

di
1 Marzo 2019

“Ma il Governo nazionale vuole prenderci per il culo? Dobbiamo dichiarare il fallimento delle ex Province siciliane? Abbiate la bontà della chiarezza ma basta con l’ipocrisia”. Così il sindaco metropolitano di Messina, Cateno De Luca, va all’attacco dell’Esecutivo M5S-Lega sulla questione ancora irrisolta del destino delle ex Province regionali.

A Palazzo dei Leoni De Luca ha già mandato in ferie il personale e si è detto pronto a restituire la fascia al Prefetto se non arriverà una soluzione risolutiva. Il sottosegretario Alessio Villarosa aveva promesso un decreto “salva Province” da parte del Governo che però non arriva, e allora De Luca non fa mistero del suo disappunto.

“Perché un sottosegretario di Stato alla Giustizia a Cinque stelle si vanta con un proprio comunicato di aver fatto approvare nel decreto Quota 100 e reddito di cittadinanza degli argomenti estranei e non urgenti? Perché è urgente e cosa c’entra la modifica delle norme sulla rappresentatività dei patronati e dei Caf con questo decreto? Quanta altra materia estranea e non urgente stanno facendo ingoiare al Parlamento? L’esistenza in vita delle ex Province siciliane non è più urgente di certe “puttanate” da Prima Repubblica? Stiamo subendo una volgarità istituzionale. Attendo risposte dal mondo politico e soprattutto dal sottosegretario Villarosa”. “Io intanto – conclude De Luca ho bloccato l’esercizio provvisorio della Città Metropolitana”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro