Ex Province, De Luca sfida Orlando: "Dica che partita vuole giocare o si dimetta" :ilSicilia.it
Messina

il sindaco di Messina contro il presidente Anci

Ex Province, De Luca sfida Orlando: “Dica che partita vuole giocare o si dimetta”

18 Febbraio 2019

Cateno De Luca non fa sconti nella battaglia politica intrapresa per tentare di salvare l’ex Provincia di Messina, e di riflesso anche le altre ex Province siciliane, dal baratro del fallimento. Il sindaco metropolitano di Messina lancia un duro monito stavolta indirizzato al presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando e lo invita a «chiarire se vuole lottare per salvare tutte le Province o solo alcune, e in quest’ultima ipotesi faccia subito un passo indietro».

«Se il Presidente di Anci, Leoluca Orlando, vuol giocare una partita per salvare alcune ex province ed affossarne altre – afferma De Luca è meglio che si dimetta subito. Noi siamo abituati a fare gioco di squadra e non a giocare “a futti cumpagni”».

«Abbiamo consegnato alla senatrice Urania Papatheu e all’onorevole Matilde Siracusanoevidenzia De Luca – la soluzione legislativa concordata con il sottosegretario dell’Economia Alessio Villarosa, che salva tutte le ex province siciliane. Chiedo a tutti i parlamentari siciliani che siedono a Roma di pretendere dal Governo Nazionale un decreto enti locali di urgenza oppure un emendamento al decreto in discussione al senato su quota cento e reddito di cittadinanza. Tutte le altre soluzioni prospettate sono delle sonore prese per il culo».

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.