Ex Province, i sindacati scrivono a Musumeci e Armao :ilSicilia.it

richiedono un incontro

Ex Province, i sindacati scrivono a Musumeci e Armao

di
29 Maggio 2019

«La drammaticità della condizione in cui versano le cosiddette ex Province richiede una forte presa di posizione per dare attuazione agli impegni assunti e consentire che gli enti intermedi in argomento riescano a realizzare la mission per cui sono stati “riformati”, così da potere dare risposte alla cittadinanza e riconoscere, al contempo, l’importante ruolo dei lavoratori dipendenti».

Inizia così la lettera scritta da Cgil Sicilia, Fp Cgil, Cisl Sicilia, CislFp, Uil Sicilia e Uil Fpl al presidente della Regione Nello Musumeci e all’assessore all’Economia Gaetano Armao. I sindacati chiedono un incontro urgente.

«Considerato il recente accordo Stato-Regioni circa lo stanziamento di risorse finanziarie extra, con possibilità di deroghe normative all’approvazione dei bilanci e dei rendiconti, le scriventi organizzazioni sindacali confederali – scrivono Pagliaro, Agliozzo, Cappuccio, Montera, Barone e Tango – chiedono un incontro al fine di conoscere i contenuti del predetto accordo, lo stato del confronto con il governo nazionale e gli interventi che il governo regionale intende attuare onde consentire finalmente il concreto rilancio delle ex Province». 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.