Ex sportellisti, ancora nessuna luce all'orizzonte per la ricollocazione :ilSicilia.it

Il Sinalp diffida la Regione

Ex sportellisti, nessuna luce all’orizzonte per la ricollocazione

di
1 Ottobre 2018

Ancora nessuna luce all’orizzonte per i 1.800 ex sportellisti che da anni attendono di ritornare al lavoro, nonostante le promesse e le rassicurazioni ricevute. Di loro si parla da tempo, dentro e fuori i palazzi, ma ancora nessuna soluzione concreta è stata prospettata per questa categoria di lavoratori. Di certo c’è una norma, approvata dall’Assemblea regionale siciliana in occasione della finanziaria di aprile, che prevede la loro ricollocazione nella rete dei Centri per l’impiego con l’obiettivo di potenziarli. Quest’ultimi, infatti, necessitano di personale per erogare i propri servizi e per attuare le politiche attive del lavoro.

Il fabbisogno, quindi, non manca. Eppure la loro situazione non è cambiata di una virgola. Motivo che ha spinto la Federazione Nazionale Scuola e Formazione del SI.NA.L.P a diffidare la Regione Siciliana ad adempiere a quanto previsto dalla legge. In particolare il segretario, Gaetano Giordano, ha chiesto all’Amministrazione “di conoscere, con cortese urgenza, il piano predisposto dal Governo per il reimpiego immediato degli Esperti in Politiche Attive del Lavoro, visto che il termine di attuazione previsto dalla norma (180 giorni dall’entrata in vigore della legge) scadrà tra qualche mese e che a tutt’oggi il competente assessore regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, Mariella Ippolito, rimane nel più totale immobilismo“.

Sulla vertenza è intervenuta qualche giorno fa anche l’Ugl con il segretario regionale Giuseppe Messina. “I Centri per l’Impiego della Sicilia vanno potenziati per rispondere alle nuove scommesse del mercato del lavoro e per attivare tutti gli strumenti di politica attiva del lavoro”. Messina, inoltre, ha detto basta alle contrapposizioni tra gli ex sportellisti e i dipendenti di fascia A e B della Regione Siciliana, in forza presso i Centri per l’impiego, che da tempo chiedono l’avanzamento di carriera in virtù delle mansioni di categoria superiore già attualmente svolte.

Nel frattempo si attende la convocazione del primo incontro del tavolo di confronto a Roma, più volte annunciato e promesso, prima e dopo la pausa estiva di agosto, dal ministero dello Sviluppo economico.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.