Ex sportellisti: "Di Maio dimostri di non essere tutto chiacchiere e distintivo" :ilSicilia.it

Lunedì 17 dicembre sit-in davanti Palazzo d'Orleans

Ex sportellisti: “Di Maio dimostri di non essere tutto chiacchiere e distintivo”

10 Dicembre 2018

Non usa giri di parole Adriana Vitale da sempre a capo della protesta dei 1.800 ex sportellisti della Regione Siciliana che chiedono di tornare a lavoro.

Stavolta lo fa con un post diretto al capo politico del M5S nel quale annuncia anche un sit-in permanente per lunedì 17 dicembre davanti Palazzo d’Orleans“Ministro Luigi Di Maio – scrive sul proprio profilo Facebook – ci dimostri che Lei non è come gli altri, tutto CHIACCHIERE E DISTINTIVO. I lavoratori aspettano il tavolo di confronto istituzionale promesso per porre fine ad una vera e propria mattanza sociale. I lavoratori aspettano l’applicazione delle norme. I lavoratori non hanno più intenzione di aspettare, il tempo è scaduto”.

Il riferimento è alle parole pronunciate da Di Maio nell’agosto scorso quando, dopo aver incontrato una delegazione di lavoratori e in risposta all’appello lanciato dal presidente Musumeci, aveva manifestato pubblicamente la propria disponibilità a risolvere la vertenza. Per il ministro la soluzione andava trovata in collaborazione con la Regione e gli organi istituzionali interessati, nell’ambito dell’avvio delle attività di formazione, attraverso l’avviso 2, e delle politiche attive del lavoro predisposte dal governo nazionale, tra tutte il reddito di cittadinanza.

Non a caso nell’ultima finanziaria regionale, approvata dall’Ars nell’aprile scorso, era passata una norma che stabiliva la ricollocazione degli ex sportellisti nei Centri per l’impiego dell’Isola entro 180 giorni dalla sua entrata in vigore. Così facendo si voleva rispondere alle istanze dei lavoratori e allo stesso tempo potenziare gli uffici in vista dell’aumento del carico di lavoro. Da allora però non è cambiato nulla. Nessun tavolo è stato convocato dal Ministero e nessun ex sportellista è stato assunto nei Centri per l’impiego.

Per questo i lavoratori, dopo una fase in cui la protesta era rientrata, hanno deciso di nuovo di tornare a far sentire la loro voce. Alla politica e alle istituzioni chiedono risposte concrete, affinché il loro diritto al lavoro e alla stabilizzazione sia garantito al più presto.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.