Ex sportellisti: "Di Maio dimostri di non essere tutto chiacchiere e distintivo" :ilSicilia.it

Lunedì 17 dicembre sit-in davanti Palazzo d'Orleans

Ex sportellisti: “Di Maio dimostri di non essere tutto chiacchiere e distintivo”

di
10 Dicembre 2018

Non usa giri di parole Adriana Vitale da sempre a capo della protesta dei 1.800 ex sportellisti della Regione Siciliana che chiedono di tornare a lavoro.

Stavolta lo fa con un post diretto al capo politico del M5S nel quale annuncia anche un sit-in permanente per lunedì 17 dicembre davanti Palazzo d’Orleans“Ministro Luigi Di Maio – scrive sul proprio profilo Facebook – ci dimostri che Lei non è come gli altri, tutto CHIACCHIERE E DISTINTIVO. I lavoratori aspettano il tavolo di confronto istituzionale promesso per porre fine ad una vera e propria mattanza sociale. I lavoratori aspettano l’applicazione delle norme. I lavoratori non hanno più intenzione di aspettare, il tempo è scaduto”.

Il riferimento è alle parole pronunciate da Di Maio nell’agosto scorso quando, dopo aver incontrato una delegazione di lavoratori e in risposta all’appello lanciato dal presidente Musumeci, aveva manifestato pubblicamente la propria disponibilità a risolvere la vertenza. Per il ministro la soluzione andava trovata in collaborazione con la Regione e gli organi istituzionali interessati, nell’ambito dell’avvio delle attività di formazione, attraverso l’avviso 2, e delle politiche attive del lavoro predisposte dal governo nazionale, tra tutte il reddito di cittadinanza.

Non a caso nell’ultima finanziaria regionale, approvata dall’Ars nell’aprile scorso, era passata una norma che stabiliva la ricollocazione degli ex sportellisti nei Centri per l’impiego dell’Isola entro 180 giorni dalla sua entrata in vigore. Così facendo si voleva rispondere alle istanze dei lavoratori e allo stesso tempo potenziare gli uffici in vista dell’aumento del carico di lavoro. Da allora però non è cambiato nulla. Nessun tavolo è stato convocato dal Ministero e nessun ex sportellista è stato assunto nei Centri per l’impiego.

Per questo i lavoratori, dopo una fase in cui la protesta era rientrata, hanno deciso di nuovo di tornare a far sentire la loro voce. Alla politica e alle istituzioni chiedono risposte concrete, affinché il loro diritto al lavoro e alla stabilizzazione sia garantito al più presto.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.