Fabio Granata: “Il Parco Archeologico di Siracusa apra una nuova stagione al fianco dell’Inda” | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Siracusa

Interviene l'assessore alla cultura del capoluogo aretuseo

Fabio Granata: “Il Parco Archeologico di Siracusa apra una nuova stagione al fianco dell’Inda”

di
7 Febbraio 2020

L’assessore alla Cultura della Città di Siracusa, Fabio Granata, lancia un appello alla collaborazione doverosa e intelligente tra le Istituzioni per una piena valorizzazione del Patrimonio culturale di Siracusa.

“Sarebbe paradossale che dopo 104 anni sia la prima stagione del Parco Archeologico autonomo a rendere difficili i rapporti con l’Inda, che rappresenta il principale brand di valorizzazione non solo del Teatro Greco di Siracusa ma della Sicilia. L’autonomia del Parco potrà invece rendere possibile sia l’allestimento di un’altra area spettacoli presso l’Ara di Ierone sia una proficua collaborazione con la stagione delle Tragedie che possono e devono contribuire ad esempio al rilancio del Museo Paolo Orsi (collegato al Parco) attraverso intelligenti politiche di collaborazione e di biglietto unico”. Continua Granata, padre della legge sui Parchi autonomi.

“Richiamo tutti gli attori al senso di responsabilità e a considerare “bene comune” sia il Parco sia la straordinaria realtà dell’Inda e non motivo per asfittiche rivendicazioni di competenza sugli spazi. Sin dalla mia riforma in chiave autonomistica del sistema dei Parchi alla recente applicazione dovuta all’impegno del compianto Sebastiano Tusa e alla coerenza di Nello Musumeci, si è pensato a un sistema che moltiplichi le attività e gli orari d’apertura dei Parchi e non a nuove chiusure burocratiche in nome di competenze asfittiche e prive di progetto. Sono certo che Calogero Rizzuto e Antonio Calbi troveranno presto un punto di incontro che smorzi sul nascere le polemiche, ultima cosa della quale abbiamo bisogno”.

“Grazie ai Parchi autonomi Agrigento e Taormina sono tra i primi siti italiani per visitatori e Siracusa, dove gli effetti dell’autonomia si inizieranno a cogliere tra qualche tempo, è già decima: perché indugiare su polemiche che non servono a nessuno e che rischiano di frenare dinamiche positive di ogni genere sul nostro Heritage?
Suvvia siate seri e impersonali e apriamo una nuova stagione”. Così conclude Fabio Granata, per anni assessore ai Bb cc della Regione Siciliana.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin