Fallimento clinica Villa Rizzo a Siracusa, avvocato sospeso per cinque mesi :ilSicilia.it
Siracusa

IL FATTO

Fallimento clinica Villa Rizzo a Siracusa, avvocato sospeso per cinque mesi

di
21 Luglio 2021

L’avvocato Giuseppe Cavallaro del Foro di Roma è stato sospeso dall’esercizio della professione per cinque mesi per le violazioni deontologiche commesse verso magistrati e avvocati.

La decisione del Consiglio distrettuale di disciplina degli avvocati di Catania scaturisce in seguito agli esposti presentati dai giudici della sezione civile del Tribunale di Siracusa e da alcuni avvocati in merito al procedimento del fallimento della società “Nuova clinica Villa Rizzo” per episodi del 2015 e 2016. Cavallaro, secondo quanto si legge nel provvedimento del consiglio di disciplina, “ha denunciato un asserito sistema di potere nella sezione fallimentare accusando due avvocati di condotte pregiudizievoli e presentato diverse istanze di ricusazione nei confronti dei magistrati della fallimentare, tutte respinte”. “Nulla di quanto asserito e denunciato dall’avvocato Cavallaro in ordine ad anomalie ed illegittimità che avrebbero caratterizzato la procedura concorsuale Nuovo Clinica Villa Rizzo ha mai trovato riscontro presso le procure che se ne sono occupate”, ha detto Giuseppe Liuzza della Nuovo Clinica Villa Rizzo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin