Fallo Girare :ilSicilia.it

Il meglio della vita

Fallo Girare

di
27 Ottobre 2017

Carissimi

“Fallo girare”. Ma che cosa?
Io già vivo con difficoltà il fatto di portarmi con me una suocera che non ho mai avuto che mi va ricordando le cose da fare, anche quelle che volutamente vorrei dimenticare, che mi raggiunge in ogni istante con telefonate alle quali spesso non sono in condizioni di rispondere, e-mail dai vari account che rendono inutili le stesse se le più importanti spesso se vanno in spam e dovrei avere il tempo per “farle girare”?

Una cosa è certa, l’obiettivo almeno con me giunge a conclusione perché determinati allegati che intasano la mia memoria dell’iphone riescono veramente a farmele girare se è vero che nell’istante in cui prendo questo strumento infernale per fare l’unica cosa per la quale l’ho comprato, io con il mio “telefonino-computer portatile ci lavoro”, ad esempio delle foto tecniche all’istante, mi ritrovo memoria intasata, insufficiente e perché?

Perché il tuo contatto, il più delle volte l’amico, la persona che difficilmente manderesti a quel paese ti manda la “catena di S’Antonio virtuale” dove c’è il messaggio lacrimoso o la preghiera da inoltrare ai tuoi contatti, e fino a questo punto si può anche trovare un momento di tolleranza, ma che dire quando il messaggio è di materia politica (non intendo i volantini elettorali) o le telefonate invasive di call-center e venditori vari per le quali sono state inventate delle applicazioni come il “True Caller” pronte a darci una mano, ma quelle contestazioni sui massimi sistemi o sui compensi dei deputati che ormai hanno di certo riempito la misura, ma mi chiedo più di “farle girare” o “farmele girare” perché non scendi in piazza e protesti? Perché sei sempre pronto a mettere la pistola nelle mani altrui? Perché vuoi fare sempre sesso con “gli organi genitali altrui”?

A proposito di sesso, che dire di tutti quei messaggi a sfondo sessuale che ti vengono inoltrati con procaci signorine in varie posizioni ginecologiche, o con particolari anatomici resi abnormi dal Photoshop, proprio nel momento in cui il tuo iphone è posto sul tavolo, accanto alla tua collega o al tuo dirigente, per regalarti una figura di merda incommensurabile, poiché se è vero che non sia colpa nostra è pur vero che ognuno è responsabile della gente che frequenta e alla quale dà il suo numero di telefono.

Si, ma quale razza di maniaci frequentiamo? Perché voi pensate che oggi il maniaco con internet ha lo stesso standard di una volta? Oggi è direttamente il vostro capo ufficio a mandarvi tali messaggi con scritto “fallo girare”. Vi chiederete: “Non ti piacciono le donne”? Vi rispondo: “Assai, anche quelle procaci”, ma non faccio il ginecologo e reputo volgare l’utilizzo del “nudo oggetto”, della battuta triviale, dei doppi sensi, di una ricerca dell’ilarità ormai superata per fortuna abbondantemente e relegata in una fascia d’età frutto di una “educazione baciapile”, di una ipocrisia radicata dietro personaggi di “grande moralità”.

Oggi che finanche i barbieri e i camionisti hanno tolto i loro calendari osé dai loro luoghi di lavoro, rimangono gli sfigati “vorrei ma non posso”, coloro che a parole e immagini altrui “hanno fatto tanto sesso” a cercare di sembrare simpatici con i loro “fallo girare”.

Ragazzi se avete qualche problema di sesso o con il sesso parliamone, esistono tanti specialisti in materia, non bisogna vergognarsene, pensa che ridere se “facendolo girare” finisse nel telefonino delle vostre compagne, quale prova indelebile di un vostro tradimento “virtuale ma non troppo”.

Non vogliatemi male se sotto campagna elettorale, mentre tutti criticano soltanto i vizi e i difetti della politica, io parlo di costume, la politica siamo noi.
La politica non è altro che “gente in costume che le fa girare”.

Un Abbraccio Epruno

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.