15 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.22
Ragusa

gli episodi dal 2014 al 2017

Falsi contratti d’affitto agli stranieri nel Ragusano: “Così ottenevano il permesso di soggiorno”

10 Ottobre 2018

Cinque misure cautelari sono state eseguite dai carabinieri di Ispica (Ragusa) nei confronti di quattro italiani e di un tunisino per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, nell’ambito di un’indagine denominata “Affittopoli“.

I cinque sottoscrivevano contratti di locazione (30 dal 2014 al 2017) con extracomunitari impegnati, in buona parte, nelle attività di raccolta di ortaggi e frutta nel territorio ibleo.

I contratti erano necessari per chiedere il rinnovo del permesso di soggiorno, richieste che indicavano come luogo di residenza alcuni alloggi, sempre gli stessi , della frazione marinara di Marza, dove formalmente risultava abitare un ingente numero di migranti.

Tutti gli stranieri hanno confermato ai carabinieri che gli indagati li hanno contattati per stipulare contratti fittizi di affitto, dietro un compenso che oscillava dai 300 ai 500 euro.

Gli appartamenti dove avrebbero dovuto abitare i migranti erano a volte privi di infissi, ed in tutti i casi non avevano luce e acqua. Le menti del sistema erano Paolo Iozzia e Giorgio Caccamo, di 43 e 50 anni, finiti in carcere; gli altri tre (A.F., 57 anni; P.S., 51 anni e il tunisino K.B., 53 anni) sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.