Falsi invalidi: quasi cieco ma guida e pota alberi, denunciato | VIDEO :ilSicilia.it
Trapani

a campobello di mazara

Falsi invalidi: quasi cieco ma guida e pota alberi, denunciato | VIDEO

di
5 Giugno 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Quasi cieco, ma in grado di vederci benissimo se si trattava di guidare, fare rifornimento autonomamente e potare un albero. I carabinieri Campobello di Mazara, hanno sequestrato 18.500 euro e denunciato per truffa aggravata un uomo che godeva di una pensione di invalidità di circa 40.000 euro, percepita dal 2005 sulla base di documentazione medica comprovante una cecità parziale con residuo visivo in entrambi gli occhi non superiore a 1/20 con correzione.

La patente gli era stata revocata nel 1998, per mancanza di requisiti fisici, ma lui continuava a utilizzare l’auto, rispettando precedenze e segnaletica, e nelle stazioni di rifornimento leggeva perfettamente sul display l’importo da pagare e i litri corrispondenti.

L’indagato, inoltre, gode di una somma di denaro proveniente dalla morte di un familiare in un incidente stradale avvenuto a Campobello di Mazara nel 2019: sono in corso accertamenti su questo dettaglio.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin