Fase 2, Catania: "Spazi esterni per ristoranti, pub e bar in tutta la Città" :ilSicilia.it
Catania

LO HA DECISO LA GIUNTA POGLIESE

Fase 2, Catania: “Spazi esterni per ristoranti, pub e bar in tutta la Città”

di
12 Maggio 2020

Con un misura straordinaria e in deroga temporanea al perimetro della zona di rilevanza storico-ambientale, su proposta dall’assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo, la giunta Pogliese ha varato una delibera che autorizza in tutta la Città l’utilizzo del suolo pubblico esterno a ristoranti, pub e bar come nella zona della Movida, per il servizio ai clienti in tavoli e sedie nei dehors.

“Il provvedimento – ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese – oltre che un modo nuovo di immaginare Catania con più spazi per l’intrattenimento all’aperto, è una forma di sostegno agli esercenti che hanno dovuto subire l’emergenza da nuovo Coronavirus che ha imposto la sospensione di alcune attività commerciali, tra cui quelle di ristorazione, con ricadute economiche negative sugli operatori del settore. Proprio alla luce dell’ormai manifesta volontà del governo nazionale di prevedere in tempi brevi la riapertura delle suddette attività, l’Amministrazione Comunale aiuterà la ripresa del settore della ristorazione anche con il rilascio in tutto il territorio comunale, alle stesse condizioni stabilite per la cosiddetta Movida del centro storico”.

Pogliese, sindaco di CataniaIn pratica con questa delibera che è immediatamente esecutiva viene autorizzato su tutto il territorio cittadino di Catania, su richiesta degli esercenti, la possibilità di uno spazio pubblico attrezzato sulla carreggiata antistante alla propria attività commerciale, senza che questo pregiudichi la sicurezza stradale o eventuali interessi di terzi e fermo restando le prescrizioni sul distanziamento.

Nella proposta dell’assessore Balsamo adottata dalla giunta è previsto che il rilascio del suolo pubblico, per il 2020 e per il 2021, avvenga anche in zone diverse da quella storico ambientale, senza tuttavia modificarne il perimetro, ma di fatto allargando a tutta la città il sistema autorizzatorio che fino ad ora ha limitato il rilascio del suolo pubblico al centro del capoluogo etneo.

Proprio ieri la giunta comunale ha varato un sistema semplificato di rilascio dell’autorizzazione a fruire del suolo pubblico, con una valutazione contestuale delle richieste degli esercenti e la partecipazione di un tecnico rappresentante della parte richiedente, al fine di ottimizzare al massimo i tempi di rilascio della documentazione per utilizzare gli spazi esterni ai locali.

Sul fronte degli sgravi tributari, l’Amministrazione Comunale, coerentemente al sistema degli aiuti economici che arriveranno dal governo nazionale e regionale, è intenzionata a tagliare di oltre il 50% l’ammontare da pagare al Comune.

 

 

LEGGI ANCHE:

Via libera a bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici: riaprono il 18 maggio

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin