Fase 2, Catania: "Spazi esterni per ristoranti, pub e bar in tutta la Città" :ilSicilia.it
Catania

LO HA DECISO LA GIUNTA POGLIESE

Fase 2, Catania: “Spazi esterni per ristoranti, pub e bar in tutta la Città”

di
12 Maggio 2020

Con un misura straordinaria e in deroga temporanea al perimetro della zona di rilevanza storico-ambientale, su proposta dall’assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo, la giunta Pogliese ha varato una delibera che autorizza in tutta la Città l’utilizzo del suolo pubblico esterno a ristoranti, pub e bar come nella zona della Movida, per il servizio ai clienti in tavoli e sedie nei dehors.

“Il provvedimento – ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese – oltre che un modo nuovo di immaginare Catania con più spazi per l’intrattenimento all’aperto, è una forma di sostegno agli esercenti che hanno dovuto subire l’emergenza da nuovo Coronavirus che ha imposto la sospensione di alcune attività commerciali, tra cui quelle di ristorazione, con ricadute economiche negative sugli operatori del settore. Proprio alla luce dell’ormai manifesta volontà del governo nazionale di prevedere in tempi brevi la riapertura delle suddette attività, l’Amministrazione Comunale aiuterà la ripresa del settore della ristorazione anche con il rilascio in tutto il territorio comunale, alle stesse condizioni stabilite per la cosiddetta Movida del centro storico”.

Pogliese, sindaco di CataniaIn pratica con questa delibera che è immediatamente esecutiva viene autorizzato su tutto il territorio cittadino di Catania, su richiesta degli esercenti, la possibilità di uno spazio pubblico attrezzato sulla carreggiata antistante alla propria attività commerciale, senza che questo pregiudichi la sicurezza stradale o eventuali interessi di terzi e fermo restando le prescrizioni sul distanziamento.

Nella proposta dell’assessore Balsamo adottata dalla giunta è previsto che il rilascio del suolo pubblico, per il 2020 e per il 2021, avvenga anche in zone diverse da quella storico ambientale, senza tuttavia modificarne il perimetro, ma di fatto allargando a tutta la città il sistema autorizzatorio che fino ad ora ha limitato il rilascio del suolo pubblico al centro del capoluogo etneo.

Proprio ieri la giunta comunale ha varato un sistema semplificato di rilascio dell’autorizzazione a fruire del suolo pubblico, con una valutazione contestuale delle richieste degli esercenti e la partecipazione di un tecnico rappresentante della parte richiedente, al fine di ottimizzare al massimo i tempi di rilascio della documentazione per utilizzare gli spazi esterni ai locali.

Sul fronte degli sgravi tributari, l’Amministrazione Comunale, coerentemente al sistema degli aiuti economici che arriveranno dal governo nazionale e regionale, è intenzionata a tagliare di oltre il 50% l’ammontare da pagare al Comune.

 

 

LEGGI ANCHE:

Via libera a bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici: riaprono il 18 maggio

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per