Fase 2: spariscono le autocertificazioni, ecco cosa cambia dal 18 maggio :ilSicilia.it

LE DECISIONI DEL GOVERNO NAZIONALE

Fase 2: spariscono le autocertificazioni, ecco cosa cambia dal 18 maggio

di
13 Maggio 2020

Filtrano novità sul secondo step della fase 2 dell’emergenza coronavirus in Italia.

Dal 18 maggio dovrebbero sparire le autocertificazioni, uno dei maggiori simboli del lockdown. Sarà quindi possibile andare a trovare gli amici senza dover rischiare sanzioni. Apertura anche per gli spostamenti verso le secondo case e all’interno della Regione di residenza.

Rinviata, almeno per il momento, la questione legata alla mobilità interregionale. La deadline proposta da alcuni presidenti regionali, fra cui Nello Musumeci, è stata fissata per il 1 giugno. Da sciogliere il nodo legato ai territori più colpiti dall’emergenza covid-19, sulle quali si stanno facendo ulteriori valutazioni.

BAR, RISTORANTI E STABILIMENTI BALNEARI

Sul fronte delle attività produttive, per bar e ristoranti si prevederà una distanza di almeno 2 metri fra ogni clienti. Messi al bando i buffet, saranno comunque preferiti sistemi di pagamento contactless o attraversi carte di credito.

Relativamente agli stabilimenti balneari, le file di ombrelloni dovranno essere distanziate almeno di 5 metri. Quattro metri e mezzo devono invece separare un ombrellone dall’altro. Saranno preferiti sistemi di prenotazione tramite app, anche per fasce orarie. Messi al bando i giochi da spiaggia, come partita a pallone o beach volley.

Infine, anche per quanto riguarda le spiagge libere dovranno essere previsti dei sistemi di prenotazione, con spazi delimitati e distanze di sicurezza da mantenere.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin