Fase 3: il Teatro Massimo riapre ai battenti :ilSicilia.it
Palermo

Venerdì 19 giugno

Fase 3: il Teatro Massimo riapre ai battenti

di
18 Giugno 2020

Il Teatro Massimo di Palermo riapre i battenti. Dopo il lockdown ed oltre tre mesi di chiusura, riprendono quindi le attività dal vivo. Venerdì 19 giugno, infatti, si terrà una cerimonia a cui saranno presenti gli alunni della scuola d’infanzia comunale Whitaker.

COME NEL 1997

Un episodio che ricorda quello del 1997, quando furono i bambini a riaprire il Teatro dopo 23 anni di chiusura per restauri. All’evento, insieme al presidente della Fondazione Teatro Massimo, Leoluca Orlando, saranno presenti il sovrintendente Francesco Giambrone, e l’assessore alla Scuola del Comune di Palermo Giovanna Marano, che apriranno i cancelli e il portone del Teatro per la ripartenza di tutte le attività.

Lunedì 22 giugno alle ore 12.00 nella Sala Grande del Teatro si terrà invece la conferenza Stampa di presentazione del Festival “Sotto una nuova luce”. Note, gesti, parole per spegnere il buio”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per