Favara: il sindaco Anna Alba (M5S) sfiduciato dai consiglieri del suo partito :ilSicilia.it

sette su undici hanno firmato

Favara: il sindaco Anna Alba (M5S) sfiduciato dai consiglieri del suo partito

16 Settembre 2019

Il sindaco di Favara del M5S sfiduciato dai consiglieri del suo stesso partito. Sono, infatti, sette i consiglieri comunali grillini della cittadina dell’Agrigentino, che figurano tra gli undici firmatari di una mozione di sfiducia presentata nei confronti del sindaco pentastellato Anna Alba.

Il documento, depositato oggi, dovrà essere discusso in consiglio comunale entro trenta giorni. Alba è stata eletta alle Amministrative del 2016 sotto le insegne del Movimento Cinque Stelle.

Il sindaco non dispone più di alcuna maggioranza, o quanto meno di una maggioranza stabile e affidabile che gli permetta di governare regolarmente”, si legge nel documento sottoscritto da undici consiglieri su un totale di 24. “A ciò si aggiunga che chi prima sosteneva l’Amministrazione Alba – proseguono i firmatari – oggi non si sente più di condividerne l’attuale percorso politico, che si è rivelato fallimentare e che non ha portato i risultati promessi ai favaresi”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.