Favignana, decoro urbano: conclusa l'iniziativa "Green Team" 2019 :ilSicilia.it
Banner Bibo
Trapani

INIZIATIVA IN COLLABORAZIONE CON STEFANIAMODE

Favignana, decoro urbano: conclusa l’iniziativa “Green Team” 2019

di
4 Settembre 2019

Si è conclusa in questi giorni l’esperienza STEFANIAMODE Gardeners, che da fine luglio e per tutto il mese di agosto, ha garantito nell’Isola di Favignana un “Green Team” di operatori che hanno innaffiato e curato con regolarità fioriere e aiuole del Comune egadino, provvedendo inoltre alla piantumazione di nuovi arbusti per abbellire la piazza del Municipio e il Porto.

In particolare sono state impiantate nuove dracene per il decoro urbano della piazza del Municipio, mentre ad abbellire l’approdo del Porto sono adesso i fichi d’India. Tutte le piante preesistenti, come quelle di agave, hanno inoltre giovato dell’annaffiatura regolare durante il periodo di maggior calura e siccità, cessato con le abbondanti piogge degli ultimi giorni.

L’esigenza di uno sviluppo sostenibile e l’educazione al rispetto per l’ambiente e alla salvaguardia del territorio sono alla base della policy green di STEFANIAMODE, azienda leader del retail di lusso, sponsor unico dell’iniziativa.

Siamo estremamente soddisfatti di questa collaborazione con l’Amministrazione comunale di Favignana“, dichiara Paola Incandela, direttrice retail dell’azienda. “Favignana è il luogo del cuore di tutti i trapanesi e costituisce un autentico patrimonio dell’umanità, da curare e preservare. Recentemente abbiamo finanziato il restauro della Fontana di Saturno e da anni sosteniamo la Salerniana, il museo d’arte moderna e contemporanea di Trapani. La nostra azienda oggi è protagonista in Italia e nel mondo, ma tutto è partito da qui e non dimentichiamo di dovere tanto al nostro territorio“.

Siamo soddisfatti della collaborazione con STEFANIAMODE, che ringraziamo vivamente” dicono il sindaco delle Egadi e presidente dell’Area Marina Protetta ‘Isole Egadi’, Giuseppe Pagoto, e l’assessore alla Cultura, Giusi Montoleone. “Abbiamo dato un segnale importante alla collettività, convinti che la sinergia tra pubblico e privato, pur mantenendo i rispettivi ruoli, sia decisiva e utile. Speriamo che l’esperienza vissuta sia destinata a crescere e per quanto ci riguarda il progetto è assolutamente ripetibile. Nei nostri programmi l’ambiente circostante, oltre al nostro mare, è al centro dell’attenzione e della politica di salvaguardia e valorizzazione che in particolare l’assessore all’Ecologia e all’Ambiente, Giovanni Sammartano porta avanti nella consapevolezza della necessità di preservare luoghi ancora incontaminati”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti