Favoreggia Cosa nostra nel Trapanese: torna in carcere Angelo Castelli :ilSicilia.it
Trapani

IL FATTO

Favoreggia Cosa nostra nel Trapanese: torna in carcere Angelo Castelli

di
17 Giugno 2021

I carabinieri hanno arrestato Angelo Castelli, 76 anni, di Mazara del Vallo, nel Trapanese. L’uomo, raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Palermo – Ufficio esecuzioni penali, era finito in manette nell’ambito dell’operazione denominata “Ermes 2” con l’accusa di favoreggiamento a Cosa nostra di Mazara del Vallo e Castelvetrano, in quanto indicato come uomo di fiducia di Vito Gongola e proprietario dell’autolavaggio dove si sarebbero svolti importanti summit mafiosi.

L’impianto accusatorio nei suoi confronti è stato confermato anche nel corso del processo penale che ne è scaturito e che si è concluso con sentenza di condanna a suo carico. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è  stato condotto presso la Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani dove dovrà espiare la pena di 2 anni di reclusione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin