Federalberghi: "Musumeci estenda Stato di calamità a tutte le Isole Minori" :ilSicilia.it

"il 50% della stagione è ormai andato in fumo"

Federalberghi: “Musumeci estenda Stato di calamità a tutte le Isole Minori”

di
26 Giugno 2020

Federalberghi Isole Minori della Sicilia accoglie con favore l’iniziativa del Governo Musumeci di chiedere lo stato di calamità e quindi misure economiche straordinarie per Lampedusa e Linosa e auspica che questa venga estesa anche alle altre isole della Sicilia.

La delibera della giunta regionale con contestuale richiesta alla presidenza del consiglio dei ministri deriva dagli ingenti danni causati sull’economia locale dalle restrizioni imposte per contenere il diffondersi del contagio.

lampedusaLe isole della Sicilia sono a trazione turistica e il 50% della stagione è ormai andato in fumo, mentre per i mesi di luglio, agosto e settembre si prevedono dei cali di fatturato significativi rispetto al 2019. Questi, non consentiranno alle imprese stagionali delle isole minori di coprire i costi di gestione, parte dei quali insistono su base annuale. L’economia delle piccole isole dipende quasi esclusivamente dagli effetti diretti, indiretti e indotti derivanti dal turismo i cui flussi, anche per il 2021 si attende un forte calo rispetto al 2019. Alcune isole sono a rischio spopolamento e in altre si sono già registrati grossi disagi sociali che a partire dai primi mesi invernali saranno sicuramene amplificati.

“Occorre una fiscalità di vantaggio e misure per incentivare la creazione di occupazione per evitare di ripiombare in una nuova perdurante e ancor più grave crisi economica di quella precedente, con pesanti strascichi negli anni a venire – sostiene Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Minori Sicilia – . Chiediamo al Governo Musumeci di perorare la causa della doppia insularità delle nostre isole presso il governo nazionale, affinché ne vengano adeguatamente riconosciute le peculiarità e gli svantaggi socio-economici e strutturali già sanciti dal trattato di funzionamento dell’UE e siano assegnate quelle misure speciali che ad oggi non sono state previste né in ambito regionale né tantomeno dal Governo Conte”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, Musumeci chiede lo stato di calamità per Lampedusa e Linosa

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin