Federconsumatori contro il Comune di Palermo: "Vuole fare cassa con le zone blu" :ilSicilia.it
Palermo

Polemiche dopo lo stop alla pausa 14-16

Federconsumatori contro il Comune di Palermo: “Vuole fare cassa con le zone blu”

di
7 Settembre 2019

Federconsumatori nettamente contraria all’abolizione della pausa gratuita (ore 14-16) delle zone blu, a Palermo. “L’istituzione delle zone blu è chiaramente un provvedimento dell’Amministrazione comunale per fare cassa, nient’altro che cassa , attacca Lillo Vizzini presidente di Federconsumatori Palermo.

Lillo Vizzini
Lillo Vizzini

L’associazione dei consumatori batte un colpo dichiarando la sua contrarietà al ventilato provvedimento di prolungare l’orario a pagamento delle zone blu dalle 8 alle 20.

Abolire la fascia oraria gratuita – prosegue Vizzini – sarebbe una ulteriore gravissima vessazione nei confronti dei cittadini. Non credo che imporre il pagamento anche per la pausa pranzo possa incidere più di tanto nelle entrate o nella risoluzione della cronica assenza di parcheggi in città. In compenso allargherebbe a dismisura la distanza tra cittadini e amministratori”.

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, estese le zone blu: abolita la fascia gratuita dalle 14 alle 16

Palermo – Zone Blu, Frasca Polara: “Provvedimento utile solo a fare cassa”

Palermo, è caos sulle zone blu. Bonanno (Diventerà Bellissima): “A pagare sono sempre i cittadini”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l’elezione

Il Movimento 5 stelle è ormai un’accozzaglia di correnti. Da un lato Luigi Di Maio, da un altro lato Alessandro Di Battista, da un altro ancora Roberto Fico ed ancora-ancora Paola Taverna. Poi ci sono le sottocorrenti che a loro volta si suddividono in gruppi e sottogruppi. In questo frastagliato mosaico è molto difficile capire dove collocare i pentastellati siciliani, sia quelli eletti al parlamento nazionale che quelli eletti all’Ars.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin