Femminicidio a Messina, De Luca: "Perchè uccidere le donne? Basta con questi atti criminali" :ilSicilia.it
Messina

il sindaco commenta il delitto di Alessandra Musarra

Femminicidio a Messina, De Luca: “Perchè uccidere le donne? Basta con questi atti criminali”

di
8 Marzo 2019

“Perché uccidere le donne? Alla vigilia della festa delle donne abbiamo dovuto assistere ad un altro episodio di femminicidio, all’ennesimo atto di criminale violenza sulle donne: stavolta è toccato alla trentenne Alessandra Musarra di Santa Lucia sopra Contesse, villaggio popolare della periferia di Messina. Non è ammissibile che prosegua questa mattanza“. Così il sindaco di Messina, Cateno De Luca, commenta l’ennesimo caso di femminicidio, che stavolta ha interessato la Città dello Stretto.

Christian Ioppolo, 26 anni, ha ammesso di avere ucciso la fidanzata di 28 anni, Alessandra Immacolata Musarra, trovata morta nel letto della propria abitazione. Ioppolo, ha confessato di essere lui l’assassino dopo un lungo interrogatorio in Questura, confermando i sospetti degli inquirenti. Il giovane ha detto di avere agito per gelosia.

“Ci troviamo di fronte all’ennesimo caso di femminicidio, consumato dal fidanzato che ha pestato a sangue fino alla morte la povera Alessandra. Non c’è dubbio che in questi momenti prevale in certi uomini quel senso di inferiorità da colmare con il gesto estremo del femminicidio. Oggi e domani le bandiere di Palazzo Zanca sventoleranno a mezz’asta in segno di lutto. Non ci resta che pregare per Alessandra ed i suoi cari con la speranza che certi uomini sfoghino il loro senso di inferiorità rispetto alla donna con altri gesti ed altre forme compensative delle proprie psicosi”.

 

LEGGI ANCHE:

Donna trovata morta a Messina, il fidanzato confessa l’omicidio

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin