Ferrandelli incorona Rosi Pennino assessore della sua giunta [Video] :ilSicilia.it

Palermo, Ferrandelli incorona Rosi Pennino assessore [Video]

di
13 Aprile 2017

In caso di vittoria del candidato sindaco dei Coraggiosi Fabrizio Ferrandelli alle amministrative di Palermo, il prossimo 11 giugno, l’assessore alle Politiche Sociali sarà Rosi Pennino, che ha accettato la proposta dell’ex deputato regionale.

Pennino opera da tempo nel campo del sociale e ha fondato “Parlautismo Onlus“, che si occupa di autismo. “Sono molto emozionato – ha detto Ferrandelli – Questo è un passaggio importante di questa campagna elettorale. Rosi rappresenta la storia di un impegno, è cresciuta a pane e politica. Ha saputo essere donna e mamma prima che politico. Due sono i pilastri su cui deve puntare un’amministrazione: sviluppo economico e solidarietà.

Avrò mani libere nella nomina degli assessori: non mi interessa da dove vieni ma dove vuoi andare e cosa hai fatto e sai fare. So che Pennino non abbasserà mai la testa, è una donna libera e non domabile, e tutto farà tranne che tradire il proprio credo. Stiamo levando una bandiera al sociale: quando il bisogno bussa, non ti chiede a chi appartieni e qual è il tuo colore politico. Come vedete non presento gli assessori facendo il bilancino con le varie forze politiche”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin