Ferrovie: 2 miliardi per il raddoppio Messina-Catania, nel 2021 i cantieri :ilSicilia.it
Catania

A dirlo Salvatore Leocata

Ferrovie: 2 miliardi per il raddoppio Messina-Catania, nel 2021 i cantieri

di
27 Novembre 2019

RFI ha un programma di investimento importante per la Sicilia Orientale, in particolare stiamo già per concludere la conferenza dei servizi per il progetto di completamento del raddoppio delle linea ferroviaria Catania-Messina. Il progetto più importante in sviluppo non solo in Sicilia ma in tutto il Meridione, che vale due miliardi e trecento milioni di euro”.

A dirlo Salvatore Leocata, della Direzione Investimenti Area Sud di Rete Ferroviaria Italiana, oggi nella sede della Città metropolitana di Messina, a margine del convegno organizzato dalla Cgil di Messina su “Infrastrutture fisiche e immateriali per ridisegnare lo sviluppo della Sicilia”.

“Speriamo di concludere l’approvazione del progetto – prosegue Leocata – entro Gennaio, e avviare gli affidamenti entro il primo semestre dell’anno prossimo e nel 2021 i cantieri. È un intervento che ha valenza trasportistica perché sostituirà la linea storica, avremmo il doppio binario, traffici veloci anche di tipo merci e si potrà accedere alle aree economiche di Messina e Catania in tempi rapidi”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.