Ferrovie, Filca Cisl:"La Ogliastrillo-Castelbuono sia occasione di lavoro" :ilSicilia.it
Palermo

un'opera da oltre 370 milioni di euro

Ferrovie, Filca Cisl:”La Ogliastrillo-Castelbuono sia occasione di lavoro”

1 Luglio 2019

“Accogliamo con soddisfazione la notizia dell’avvio dei lavori del raddoppio della tratta ferroviaria Ogliastrillo-Castelbuono,  che è certamente importante per il territorio e per il Paese, ma ci auguriamo che questa opera, dal valore di oltre 370 milioni di euro, sia soprattutto un’occasione per incrementare e favorire il lavoro degli edili e di tutti gli operai dei territori limitrofi”. Lo ha detto il segretario regionale della Filca Cisl Sicilia, Paolo D’anca.

 “Ricordiamo infatti – prosegue – che alla Regione esiste un accordo per il riassorbimento delle maestranze fuoriuscite da SIS e da tutti i cantieri delle grandi opere che negli anni si sono succeduti in città. Questi operai hanno grandi capacità e comprovata esperienza lavorativa e hanno tutto il diritto di essere tutelati”.

“Il decreto Crescita ha introdotto il Fondo Salva Imprese per i creditori della Palermo-Agrigento e Agrigento-Caltanissetta, importante passo in avanti ma dobbiamo tutelare i lavoratori della Bolognetta (partecipata da cmc che sta realizzando la Palermo-Agrigento) che oggi sono in Cassa Integrazione straordinaria, per i quali unitariamente alla Fillea Cgil e Feneal Uil, chiederemo un incontro in prefettura per prevedere protocolli di intesa che porteranno questi dipendenti ad essere assunti dalle imprese che eseguiranno il lavoro”.

“Ci auguriamo altresì – conclude D’anca che si apra qualche spiraglio sul fronte della vertenza  Tecnis. E’ stato firmato al Mise il decreto che autorizza i commissari alla vendita all’impresa D’Agostino, domani   alle 15 a Roma è previsto l’incontro fra commissari e impresa per procedere alla vendita. Ci auguriamo che vada a buon fine e che ripartano immediatamente i lavori”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!