11 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.05
Palermo

Domani vertice sul Passante di Palermo

Ferrovie, la Fit Cisl spinge per il biglietto unico. Verso l’accordo Regione-Trenitalia?

27 Giugno 2018

Un biglietto unico della mobilità (ferrovie e trasporto pubblico locale) con possibilità di una prenotazione facile e globale; la revisione dell’offerta commerciale e dei tempi di percorrenza soprattutto nelle linee interne come quella di Ragusa, della Valle di Noto e di Trapani; l’ammodernamento e il rilancio degli impianti della manutenzione dei rotabili che circolano in Sicilia con il personale delle officine di Palermo, Messina, Siracusa e Catania.

Sono alcune delle proposte presentate oggi dalla Fit Cisl e da Cisl Sicilia nel corso dell’incontro “Il contratto di servizio tra la Regione e Trenitalia è arrivato sui binari siciliani” all’Astoria Palace di Palermo che ha riunito in un dibattito, dopo la firma del contratto di servizio tra la Regione Sicilia e Trenitalia, tutti i protagonisti del futuro trasporto ferroviario nell’Isola.

FIT CISL

“Ribadiamo all’assessore regionale ai Trasporti, al presidente della Regione e ai capigruppo parlamentari, quanto sia fondamentale il confronto con il sindacato per trovare quelle soluzioni strategiche e risolutive al trasporto ferroviario dell’isola”, affermano Amedeo Benigno, segretario generale Fit Cisl ,e Mimmo Perrone, segretario Fit Cisl Ferrovie.

Per la Regione è intervenuto l’assessore regionale Infrastrutture e Mobilità, Marco Falcone, che ha detto: “La Sicilia deve colmare un gap di diversi anni sulle infrastrutture ferroviarie, ora con la firma del contratto di servizio con Trenitalia e con un tavolo con Rfi che si riunirà il prossimo 4 luglio, contiamo di poter definire un cronoprogramma certo, affinché non si verifichino più i ritardi del passato, un cantiere aperto non può concludersi dopo 5 anni”.

Delicata invece, la questione relativa al Passante ferroviario di Palermo, con la Sis che ha deciso di non completare alcune opere, quali le fermate Kennedy-Capaci, Belgio e Lazio, oltre alla variante di Vicolo Bernava. Opere che dovranno dunque essere riappaltate, con altre notevoli perdite di tempo. «Domani – spiega Falcone – mi incontrerò con Fulvio Bellomo del Dipartimento Infrastrutture e parleremo coi vertici di Sis ed RFI per trovare finalmente una soluzione».

Entro agosto dovrebbe tornare il collegamento con l’aeroporto di Punta Raisi.

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.