Festa di compleanno in limousine tra alcool e assembramenti: 8 giovani denunciati a Mondello :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

i controlli anti covid a Palermo

Festa di compleanno in limousine tra alcool e assembramenti: 8 giovani denunciati a Mondello

di
16 Febbraio 2021

Otto giovani palermitani, tra cui una ragazza minorenne, avevano deciso di festeggiare il compleanno di uno di loro nonostante i divieti dovuti all’attuale scenario pandemico.

Per celebrare in modo adeguato avevano quindi deciso di far ricorso ad una forma assolutamente in voga negli ultimi anni: il noleggio di una lunga limousine trasformata per l’occasione in mini discoteca. La vettura ha certamente assicurato alla combriccola una certa allegria, divertimento ma non la sperata discrezione: nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, è stata infatti notata da personale del Commissariato di P.S. “Mondello”, impegnato in un servizio di controllo straordinario del territorio volto al contenimento della diffusione del contagio da Covid-19.

I poliziotti hanno intercettato in viale Regina Elena la grossa vettura che, seppur in marcia e con i finestrini chiusi, evidenziava la presenza di vistose luci all’interno con un cospicuo numero di passeggeri. E’ scattato l’immediato controllo in piazza Valdesi che ha portato ad identificare otto giovani, tra cui una ragazza minorenne, intenti a partecipare ad una festa privata.

Gli operatori hanno verificato come all’interno si stesse svolgendo un vero e proprio party arricchito dal consumo di alcolici tra i giovani assembrati in quello spazio appositamente arredato alla stregua di una vera e propria mini-discoteca mobile.

In relazione alla circostanza appurata dagli operatori che la vettura, così come scritto sul foglio di servizio e sulla carta di circolazione, risultava omologata per otto persone, oltre a contestare ai giovani l’inosservanza del divieto di assembramento, si è anche proceduto a contestare la violazione del coefficiente di riempimento non superiore al 50% dei mezzi, ovvero l’aver fatto salire a bordo del mezzo un numero di persone superiore alla metà della sua capienza, prescrizione valevole oltre che per i mezzi pubblici anche per i veicoli a noleggio con conducente, come la limousine attrezzata a discoteca mobile.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco