"Festival Beethoven", al via la rassegna con gli studenti del Conservatorio | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Otto gli appuntamenti

“Festival Beethoven”, al via la rassegna con gli studenti del Conservatorio | VIDEO

di
9 Aprile 2018

Si chiama “Festival Beethoven” la piccola rassegna, inserita nella Stagione 2018, dedicata agli studenti del Conservatorio Bellini di Palermo.

Otto appuntamenti da aprile a luglio”, spiega il direttore Gregorio Bertolino, “in cui i migliori allievi delle classi strumentali si confronteranno con Beethoven. Un modo didatticamente molto valido per approfondire i risvolti esecutivi del grande repertorio”.

Il primo concerto avrà luogo martedì  10 aprile (ore 18) nella Sala Scarlatti dell’Istituto. In programma il Quintetto in mi bemolle maggiore, op. 16 per pianoforte e fiati, opera di raro ascolto anche per le difficoltà di organico.Beethoven

Si misureranno con una fra le più belle pagine della prima maniera beethoveniana Mauro Sclafani (oboe), Davide Violetti (clarinetto), Melita Lenzo Stancampiano (corno), Daniele Castagna (fagotto) e Gabriele Catalanotto (pianoforte). Subito dopo Sara Bursi al pianoforte eseguirà la Sonata n. 23 op 57 Appassionata.

A seguire il 21 aprile ( ore 17.30, Sala Scarlatti) Emanuela Spina al pianoforte e Salvatore Imbesi al violino proporranno la Sonata op.12 n. 1 per violino e pianoforte; dopo Davide Spina eseguirà la Sonata per pianoforte n. 21 op 53 in Do maggiore, conosciuta comunemente come “Waldstein” (dal nome del conte Ferdinando di Waldstein, intimo amico e mecenate di Beethoven, a cui è dedicata) o “L’aurora”.

Per gli appuntamenti di maggio, il 4 (ore 17, Sala Scarlatti), si potrà ascoltare un programma del duo Luca Rizzo e Marzia Amoroso, che proporranno  Sonata op.6 per pianoforte a quattro mani in Re maggiore, Variazioni sopra un tema del Conte di Waldstein per piano a quattro mani. Subito dopo Gabriele Catalanotto eseguirà la Sonata n.4 op.7.

Sabato 19 (ore17.30, Sala Scarlatti) Francesco Geraci proporrà la Sonata n. 3 op. 2, Chiara De Roberto la Sonata n.8 op.13, Silvia Manco la Sonata n.2 op 49 e Giulio Lo Re la Sonata n.2 op.27.

E ancora l’8 giugno il Festival si sposta a Palazzo Mirto con la Sonata n.1 op.2, al pianoforte Chiara Evola. Seguiranno Lieder di Beethoven, al pianoforte Cristina Cangelosi, Ambra Abbisogni soprano; Gaetano Leone al pianoforte, Serena Vitale soprano.

conservatorio bellini

Si torna in Sala Scarlatti, il 12 giugno, con Federico Di Noto che eseguirà la Sonata n. 30 op. 109, Gabriele Laura la Sonata n.31 op.110 e Gabriele Scarpaci la Sonata n.32 op.111.

Il 21, invece, alle 18,30, Rodolfo Bignone violino, Alessandro Adamo violoncello e Martina Davì pianoforte presenteranno il Trio op. 1 n. 1. La chiusura, con la Sonata n. 31 op. 110, è affidata a  Daniele Donato al pianoforte.

La prima parte del Festival si concluderà il 4 luglio (ore 21) nell’atrio del Conservatorio con il trio Davide Vitanza, clarinetto, Elisabetta La Marca, violoncello, Xavier Bracco, pianoforte che eseguirà il Trio op.11 e Salvatore Onorato con la Sonata n.7 op.10 n.3.

Si riprenderà a settembre con una nuove date.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Ieri 19:26