Fibra ottica, da Palermo il primo cavo sottomarino fino a Genova :ilSicilia.it
Palermo

Operativo dal 2020

Fibra ottica, da Palermo il primo cavo sottomarino fino a Genova

22 Aprile 2019

Al via BlueMed, il primo cavo sottomarino che collegherà Palermo con Genova, fino a Milano.

Sparkle (operatore globale del Gruppo TIM) torna a investire in Sicilia, puntando sul Capoluogo per consolidare la leadership digitale nel Mediterraneo.

Sarà installato BlueMed, cavo sottomarino multifibra che collegherà Palermo con la costa ligure. Il nuovo cavo, sarà lungo circa 1.000 Km e sarà operativo per il 2020: attraverserà il Mar Tirreno «collegando il Sicily Hub di Sparkle a Palermo – data center neutrale e connesso con 18 cavi internazionali – con la nuova stazione di atterraggio neutrale di Genova, direttamente collegata al ricco ecosistema digitale di Milano», spiegano dalla società.

Includerà anche diverse ramificazioni nel Tirreno supporterà ulteriori estensioni a sud della Sicilia. Una fibra ultraveloce «con una capacità fino a 240 Tbps, fornirà connettività avanzata tra Medio Oriente, Africa, Asia e gli hub continentali europei con una latenza ridotta del 50% rispetto ai cavi terrestri che collegano la Sicilia con Milano. Inoltre, la nuova stazione di atterraggio di Genova si propone di diventare via preferenziale per i futuri cavi sottomarini alla ricerca di un accesso diversificato sulla costa europea occidentale, rafforzando il ruolo dell’Italia come gateway digitale tra Africa, Medio Oriente, Asia ed Europa.

“L’investimento per la realizzazione di BlueMed e della stazione di atterraggio a Genova – ha spiegato Mario Di Mauro, Amministratore Delegato della società – rappresenta la prima fase di un piano più ampio volto a consolidare la leadership di Sparkle nel bacino del Mediterraneo attraverso l’estensione e il rafforzamento del suo backbone regionale”.

 

LEGGI ANCHE:

TIM: Palermo sul podio delle province italiane per consumo di internet

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.