Ficarra (Lega): "Patto Orlando e Miccichè per costruire il prossimo sindaco di Palermo" :ilSicilia.it
Palermo

l'affondo del consigliere comunale

Ficarra (Lega): “Patto Orlando e Miccichè per costruire il prossimo sindaco di Palermo”

di
10 Giugno 2019

Fronte comune in chiave anti-Salvini a Palermo? L’inciucio politico vedrebbe il sindaco Leoluca Orlando e il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè. 

Elio Ficarra
Elio Ficarra

Per il vicecapogruppo della Lega al Comune di Palermo, Elio Ficarraè ormai palese che sia in atto un accordo trasversale tra il sindaco Leoluca Orlando (Pd) e il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè (Fi), per costruire una candidatura comune al più alto scranno di Palazzo delle Aquile in un’ottica anti Salvini: un accordo che definire abominevole è soltanto un eufemismo“.

 “Orlando e Miccichè – aggiunge Ficarra – sono ormai diventati le due facce della stessa medaglia, incapaci di dare una prospettiva politica a Palermo e alla Sicilia. Due personaggi che tentano disperatamente di fermare il tempo e perpetuare se stessi”.

“Questa complicità politica prima sotterranea adesso è diventata palesemente un compromesso al ribasso, venuto fuori con chiarezza alle elezioni europee. Un patto di ferro attraverso il quale si scambiano all’occorrenza, nella loro scacchiera, favori e truppe cammellate”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.