FIGH Sicilia. Nostra intervista al Presidente Sandro Pagaria a Catania. (IlSicilia.it VIDEO) | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Consiglio Regionale a Catania della FIGH Sicilia

FIGH Sicilia. Nostra intervista al Presidente Sandro Pagaria a Catania. (IlSicilia.it VIDEO)

di
25 Maggio 2018

FIGH Sicilia . Si è riunito ieri a Catania il Consiglio regionale della FIGH Sicilia presieduta da Sandro Pagaria e nella giornata arrivava per 20 a 19 anche l’ennesima vittoria della Sicilia nella Pallamano che si candida per la vittoria finale ai Giochi delle Isole 2018 in corso di svolgimento nel capoluogo etneo..

 

 

Quasi 1000 fra atleti e accompagnatori, 12 rappresentative, 13 impianti utilizzati fra Catania e provincia,16 discipline sportive rappresentate. Sono questi i numeri dei Giochi delle Isole 2018 che si disputano dal 22 al 27 maggio 2018. Sono la Sicilia e Catania ad ospitare la 22a edizione dei “Jeux des Iles”, tradizionale rassegna dello sport giovanile (gli atleti hanno dai 16 ai 14 anni) organizzata dal Comité d’Organisation des Jeux des Iles (COJI) e dal Coni Sicilia. Il 15 novembre scorso era stato il presidente del Coni nazionale Giovanni Malagò, nel capoluogo etneo, a presentare ufficialmente i Giochi.

Gli sport presenti: atletica, basket, badminton, calcio, ginnastica artistica, judo, karate, nuoto, pallamano, pallavolo, scherma, tennis, tennis tavolo, triathlon, rugby e vela. Nell’organizzazione dei Giochi sono state coinvolte tutte le federazioni sportive rappresentate che hanno dato una fattiva collaborazione.

Le isole rappresentate: Azzorre, Baleari, Corfù, Corsica, Elba, Jersey, Madeira, Malta, Martinica, Sicilia, Sardegna e Guyana.

La prima delegazione ad essere arrivata a Catania è quella dei nuotatori delle Azzorre (nella foto).

Luoghi di gara: stadio Cus Catania (atletica e rugby), Palacus (basket), Palatenda – Misterbianco (Badminton), Stadio Binanti – Scordia (calcio), palestra comunale playa (ginnastica artistica), Palanitta (pallamano), Palacatania (judo e karate), piscina comunale Nesima (nuoto), Palaspedini (pallavolo), palazzetto dello sport – Santa Venerina (scherma), Montekatira (tennis), palestra Santo Gagliano – stadio Massimino (tennis tavolo), Lido Le Palme (triathlon), Auto Yachting Club (vela).

PROGRAMMA (SINTETICO)

MARTEDì 22 MAGGIO
Accoglienza delle delegazioni
Riunione dei delegati tecnici del Coji

MERCOLEDì 23 MAGGIO
inizio gare (calendario sul sito http://www.jeuxdesiles2018.com, sezione discipline. Tutti i programmi, sport per sport, saranno on line entro la giornata di domani)
ore 18 cerimonia d’apertura (piazza Duomo, piazza Università)

GIOVEDì 24 MAGGIO
gare

ore 17.30 riunione Comitato esecutivo Coji
ore 18.30 riunione d’assemblea Coji

VENERDì 25 MAGGIO
gare

SABATO 26 MAGGIO
gare
ore 16.15 riunione commissione tecnica
ore 18.30 riunione commissione fair play
Ore 20 cerimonia di chiusura

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.