Figuccia a Cesa (Udc): "Scendiamo in piazza contro il governo Pd-Cinquestelle, trasformisti qualunque" :ilSicilia.it

la dichiarazione durante la festa del partito

Figuccia a Cesa (Udc): “Scendiamo in piazza contro il governo Pd-Cinquestelle, trasformisti qualunque”

15 Settembre 2019

A Fiuggi una grande opportunità messa in campo per tutti i siciliani e gli Italiani che credono ancora che la politica debba occuparsi di stare vicino alla gente per affrontare e risolvere i problemi. Tantissimi giovani, consiglieri comunali, sindaci, consiglieri regionali arrivati da ogni parte d’Italia, dal sud Tirol alla provincia di Ragusa“, afferma Vincenzo Figuccia, deputato regionale dell’Udc, alla festa del partito in corso a Fiuggi.

Le proposte sono tutte sul piano programmatico ma anche su quello delle alleanze. Unanime la voce che vede collocato il partito in opposizione dura al governo giallo-rosso“, aggiunge il deputato regionale.

Per questa ragione ho chiesto al segretario nazionale Lorenzo Cesa che il 19 ottobre l’Udc possa essere in piazza, ma non per chiedere un
ritorno al voto che non ci sarà poiché questi non lasciano la poltrona neanche con le bombe, ma per ripartire dai problemi reali e per
avviare una nuova fase che parta dal contrastare l’attuale governo, continuando la sua azione al fine di riportare il centrodestra unito
alla guida del Paese“, afferma Figuccia.

Auspico che da qui ad allora i nostri senatori siano usciti da Forza Italia per affermare l’identità e i valori dello scudocrociato. Sono convinto inoltre che dobbiamo chiedere una modifica del sistema elettorale in chiave proporzionale per dare valore alle scelte del popolo e rappresentare la parte sana che ha fatto grande il paese con Sturzo e De Gasperi. Rappresentiamo la forza della concretezza e della ragionevolezza e a partire dai temi del sud, del lavoro e della tutela dell’ambiente sapremo guidare una nuova fase di rinascita per il Paese”, conclude Vincenzo Figuccia.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.