Figuccia contro Micciché, Calderone (FI): "Attacco volgare e gratuito" :ilSicilia.it

Parla il capogruppo di Forza Italia all'Ars

Figuccia contro Micciché, Calderone (FI): “Attacco volgare e gratuito”

di
5 Ottobre 2019

L’attacco dell’onorevole Figuccia nei confronti di Micciché è inaccettabile. Affermare che il Presidente abbia rubato il futuro dei nostri figli è una dichiarazione che Forza Italia respinge e rispedisce al mittente“, ad affermarlo a nome di tutti i deputati e assessori di Forza Italia all’Assemblea Regionale Siciliana è il Capogruppo, Tommaso Calderone.

Un’affermazione di una gravità inaudita e dai contenuti inaccettabili. La politica non si fa gettando benzina sul fuoco da Giletti, fomentando odio su chi ha mantenuto sempre un equilibrio straordinario in Aula, pensando al bene dei siciliani, come Micciché ha sempre fatto. Piuttosto, perché in prima serata su La7, Figuccia non parla delle macerie che abbiamo ereditato dal Precedente Governo? È inoltre, in che modo Miccichè avrebbe rubato il futuro dei nostri figli?“, aggiunge Caderone.

La buona politica è risolvere i problemi come tutti i giorni facciamo all’Ars – prosegue il capogruppo di Forza Italia all’Ars –  È chiaro che così si crea una situazione anomala in quanto Figuccia fa parte della coalizione di maggioranza. È un problema che l’Udc dovrà risolvere al proprio interno perché noi non sappiamo che pieghe prenderà questa grave affermazione, che noi come partito non possiamo accettare“.

Figuccia non può permettersi di affermare che noi siamo i responsabili del delicato momento che sta vivendo la Regione, specie perché ci sono assessori e undici deputati di Forza Italia che lavorano dalla mattina alla sera per cambiare le cose. È un volgare attacco che noi non possiamo accettare“, conclude Tommaso Calderone.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin