Figuccia: "Miccichè? Sarà Berlusconi a sollevarlo da Forza Italia" :ilSicilia.it

"Il centrodestra muterà dopo le europee"

Figuccia: “Miccichè? Sarà Berlusconi a sollevarlo da Forza Italia”

2 Maggio 2019

Miccichè non si dimetterà dalla carica di coordinatore regionale di Forza Italia, sarà lo stesso Berlusconi a sollevarlo”. A dirlo è Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia.

Dopo le elezioni Europee, il quadro del centrodestra in Italia si modificherà in funzione dei nuovi rapporti di forza. L’Udc federato a Forza Italia, resterà fedele al progetto del centrodestra che si è presentato compatto alle politiche del 4 marzo. In Sicilia dove il centrodestra governa con Diventerà Bellissima, Fratelli d’Italia e Lega oltre che all’Udc e a Forza Italia, non esiste alcun patto del Nazareno con il Pd e come non esiste oggi, non potrà esistere in futuro.

Vincenzo Figuccia
Vincenzo Figuccia

Non siamo interessati a stringere alcun rapporto con il Partito Democratico – sottolinea il parlamentare regionale – semmai guardiamo a rilanciare un’azione di governo a sostegno delle imprese, delle attività produttive, rimanendo vicini alla gente con un approccio esattamente contrario a quello di Crocetta e del Partito Democratico che in anni di malgoverno, hanno determinato macelleria sociale, licenziamenti e nuove povertà. 

Nel nostro modello federativo – conclude – guardiamo ad una rappresentanza in Europa capace di parlare maggiormente di Sud così come stanno facendo Lorenzo Cesa, Antonio Tajani e tanti autorevoli esponenti nazionali impegnati in questa campagna elettorale”.

 

LEGGI ANCHE:

Miccichè esclusivo: “Dimissioni da leader azzurro? Vedremo. Salvini ha distrutto il centrodestra” | VIDEO INTERVISTA

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.