Figuccia (Udc): "Incontrerò Musumeci per un centrodestra che guarda ai conservatori" :ilSicilia.it

dopo il risultato delle europee

Figuccia (Udc): “Incontrerò Musumeci per un centrodestra che guarda ai conservatori”

28 Maggio 2019

«I risultati elettorali delle Europee impongono a tutti una riflessione. “Il nuovo soggetto politico” da me caldeggiato da tempo, sembra affacciarsi finalmente sul panorama politico nazionale. Ma ritengo debba avere un volto ben preciso, fedele alla storia e ai valori del centrodestra siciliano». A dirlo è Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia.

Il coordinatore provinciale dell’Udc aggiunge: «Incontrerò nei prossimi giorni il Presidente Musumeci per discutere sul progetto politico, le eventuali coalizioni di governo e sul futuro del centrodestra nell’isola. In questi giorni – continua il parlamentare regionale – troppa confusione si è fatta sull’idea delle ipotetiche alleanze, prospettando un’area moderata quale calderone dove mettere dentro tutti e tutto. E invece credo sì, sia necessario mettere insieme una vasta area di soggetti che vada dai liberali ai cattolici, dai meridionalisti ai conservatori, capace di dare priorità ai temi del lavoro e delle infrastrutture al sud, ma che si ponga quale soggetto identitario alternativo al Pd e al Movimento 5 stelle.

Non c’è spazio per un compromesso storico bis in salsa siciliana che ci vedrebbe aprire alle sinistre e alle filosofie progressiste, prima tra tutte quella del gender. La nostra bacheca valoriale – sottolinea – non è laica, ma radicata intorno al valore della famiglia, della solidarietà e della sussidiarietà. Già Sturzo cento anni fa, all’indomani della guerra, lo sosteneva e ad oggi – conclude – a noi l’arduo compito di difendere questo patrimonio letteralmente assalito dal relativismo etico dei nostri giorni».

 

LEGGI ANCHE:

Musumeci vuole creare un nuovo partito di moderati per aggregare “a sinistra di Salvini”

Miccichè si dice d’accordo a far nascere un polo moderato: “È giunto il momento”

DiventeràBellissima: “Ricostruiamo il centrodestra, sì alla federazione con Lega o Fratelli d’Italia”

 

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Blog
di Renzo Botindari

Ci Vogliono Occhi Verdi

Ho avuto da sempre la convinzione che se non si amministra garantendo un minimo di dignità ad ognuno, non si riuscirà mai ad auspicarsi una crescita, ma la garanzia del minimo insieme alla libera competizione dei capaci si ottiene soltanto attraverso un governare “deideologizzato”.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.