Figuccia (Udc): "Orlando incapace sulla raccolta differenziata. Stop alla discarica di Bellolampo" :ilSicilia.it

le dichiarazioni del deputato regionale

Figuccia (Udc): “Orlando incapace sulla raccolta differenziata. Stop alla discarica di Bellolampo”

6 Settembre 2019

“Considerata l’attuale situazione di emergenza della discarica di Bellolampo, oggi, mi recherò all’impianto, per portare  la mia solidarietà ai cittadini residenti nei dintorni e insieme a loro diciamo: STOP Bellolampo. Bisogna portare a regime la raccolta differenziata e chiudere una discarica che genera danni alla salute dell’uomo e disastri ambientali, oltre che aggravi alle tasche dei cittadini.  La discarica è satura, ed è ormai divenuta incompatibile con la città. È da scellerati pensare di aggiungere la settima vasca. Ci opporremo a questa pazzia”. Queste le parole a IlSicilia.it di Vincenzo Figuccia, deputato regionale dell’Udc. Continua a preoccupare la situazione della discarica palermitana che in questi giorni è il trend topic del capoluogo siciliano.

Dall’Arpa avvisano che: “Bellolampo costituisce  imminente minaccia di danno ambientale“. L’impianto di trattamento, da mesi è bloccato perché stracolmo, mentre si attende il completamento della settima vasca che slitterà al  2020.

Ma proprio ieri l’assessore Giusto Catania ha affermato in consiglio comunale che: “È necessario sgomberare il campo dall’allarmismo: a Bellolampo non c’è alcun disastro ambientale. Ci sono elementi di criticità che stiamo affrontando tempestivamente e che, parzialmente, abbiamo già risolto. Le cause sono molteplici ma rimane il fatto che è necessario cambiare strategia perché rischiamo di rincorrere periodicamente le emergenze sulla discarica visto che i tempi di realizzazione della sesta vasca continuano a slittare”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.