Filarmonica Laudamo: a Messina la performance della flautista Alessandra Giura Longo e l'artista francese Sofi Hemon :ilSicilia.it
Messina

Appuntamento giovedì 5 dicembre

Filarmonica Laudamo: a Messina la performance della flautista Alessandra Giura Longo e l’artista francese Sofi Hemon

di
2 Dicembre 2019

Una straordinaria performance multimediale ideata da due grandi artiste: la flautista Alessandra Giura Longo e l’artista francese Sofi Hemon, basata su Crippled Symmetry di Morton Feldman, per la rassegna «Accordiacorde», all’interno la 99ª Stagione della Filarmonica Laudamo, giovedì 5 dicembre alle ore 19, presso la Sala Sinopoli del Teatro Vittorio Emanuele.

L’evento è in collaborazione con “E.A.R. Teatro di Messina” e “Il Cantiere dell’Incanto”.

Morton Feldman, compositore americano fra i più importanti del secondo Novecento, in Crippled Symmetry si ispira ai motivi dei tappeti fatti a mano dalle popolazioni nomadi dell’Anatolia, rimanendo affascinato dalla simmetria asimmetrica dei motivi di questi tappeti “non meccanica, ma tracciata idiomaticamente”.

In seguito ad un viaggio di ricerca in Sardegna, supportate da antropologi, e studiosi della tessitura tradizionale sarda, la Giura Longo e la Hémon, ipotizzano l’esistenza di una corrispondenza fra i motivi dei tappeti anatolicie di quelli sardi.

Nasce così “Tróttu”, che vede i musicisti immersi nelle immagini di Sofi Hémon in dialogo con la musica di Feldman.

La parola “Tróttu” viene dal sardo e significa “storto, zoppo, deviante(crippled)”. Con la Giura Longo e la Hémon, anche Francesco Ciminiello al vibrafono e alle percussioni, e Silvia Corda al pianoforte e alla celesta.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.