14 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 00.13
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

I cittadini chiedono spiegazioni

Flash mob per l’albero abbattuto al Foro Italico: “Oggi celebriamo il suo funerale” [Video servizio]

12 marzo 2018

 

Un flash mob spontaneo, organizzato dalle associazioni, per richiamare l’attenzione sull’azione commessa dall’Amministrazione comunale, che il 9 marzo, ha deciso di abbattere il Ficus Elastica al Foro Italico di Palermo. Un atto che non è passato inosservato agli occhi di tantissimi palermitani e di diverse associazioni che hanno organizzato la manifestazione a seguito di una vasta mobilitazione sui social.

L’azione del Comune si è conclusa lunedì mattina quando gli operai hanno tolto ogni traccia dell’albero, azione, anche questa, non gradita da molti cittadini che hanno a cuore il ”verde” di questa città e che hanno denunciato il tempismo con cui sono stati rimossi i resti mutilati del ficus.                                        

elvira-dragonia-vernengo

Elvira Dragonia Vernengo, Laboratorio regione e ambiente IDV e tutela degli animali, ha affermato: ”Nessun tentativo da parte dell’Amministrazione di preservarlo con gli opportuni e certamente possibili accorgimenti tecnici e quindi salvarlo. Soltanto una gran fretta nell’eliminarlo di cui non si comprende la ‘ragione’”, ha concluso una delle organizzatrici del flash mob.

fabio-alfano-comitato-bene-collettivo

Facendo riferimento alla diffida presentata dalle associazioni per l’abbattimento degli altri alberi, Fabio Alfano del Comitato bene collettivo dice: ”Si fa presente che è necessario organizzare un fronte comune contro la previsione di questa amministrazione di volere abbattere altri alberi per ragioni di ‘sicurezza’ ”.

GUARDA IL VIDEO SERVIZIO IN ALTO.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Radiografia, Tac e Pet: tra nuove tecnologie e ars medica

L’attuale presidente della Società Italiana di Radiologia Medica, professore Roberto Grassi, ha dichiarato un po' di tempo fa che "Abbiamo bisogno di clinici che facciano i clinici, di medici che facciano i medici, perché in gioco non c’è solo spreco di risorse, ma anche la sicurezza dei pazienti, che devono essere esposti a radiazioni ionizzanti solo se veramente necessario".
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Abbiamo molto da imparare

“Nzu”! Suono quasi gutturale che usciva con una smorfia da chi quasi a significarvi che “nenti sacciu e nenti sapia” voleva chiudere al nascere qualunque tipo di conversazione e tu sapevi che anche se ti fossi perso era certamente giunto in Sicilia.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.